Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Le nuove metodologie di reclutamento e selezione del personale. Il caso Jobpilot

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

10 impresa, in generale da quell’insieme di fattori produttivi concretamente individuabili e visibili nell’organizzazione aziendale. Le seconde, invece, sono rappresentate dalla reputazione del prodotto, dal know-how dell’organizzazione, dalle capacità di apprendimento, dalle reti di comunicazione informali interne ed esterne all’impresa, dalle abilità, dalle competenze ecc.. cioè da tutta una serie di elementi di difficile identificabilità fisica 3 . Esse hanno in comune la caratteristica di incorporare informazioni e/o conoscenze. Nell’ambito delle risorse intangibili si ritrovano le risorse umane intese come l’insieme di conoscenze 4 e competenze. Esse vanno distinte dalle persone che sono gli attori 5 che possiedono tali risorse. Tuttavia le risorse essendo fisicamente incorporate nelle persone sono difficilmente distinguibili dagli attori e difficilmente trasferibili. Le risorse umane pur nella difficoltà di attribuire loro una precisa quota di reddito di impresa, possono essere considerate un bene capitale. T. Stewart 6 definisce il capitale umano come il mezzo che consente al sapere aziendale di produrre i suoi 3 Vincenzo Cavaliere (1999), Le competenze come strumento di valutazione dei differenziali di competitività, Casa editrice dott. Antonio Dilani, pag. 12 e 13. 4 La conoscenza è l’insieme di informazioni che si hanno e che poste in relazione guidano le scelte. Le informazioni sono diverse dai dati (notizie, dati di fatto, rapporti, ecc…) in quanto solo dopo che i dati sono percepiti da un soggetto, selezionati, immagazzinati e posti in relazione tra loro diventano informazioni. Si parla di: - conoscenze paradigmatiche (che sono quelle acquisite in modo non critico e accettate per convenzione; sono cioè quelle basate sulle esperienze di vecchi maestri); - conoscenze esperenziali ( che sono quelle acquisite dall’attore attraverso la propria esperienza, enactive, o attraverso l’osservazione dell’esperienza altrui, vicarious learning, sono conoscenze facilmente codificabili e trasferibili tra soggetti); - conoscenze esplicite ( che sono quelle acquisite tramite procedure razionali di ricerca e apprendimento, codificabili e facilmente trasferibili (Grandori 1998, Organizzazione e comportamento economico, Il Mulino, Bologna). 5 Si definisce attore l’individuo o i gruppi di individui caratterizzati da percezioni e competenze omogenee rispetto al problema in esame(Grandori 1998, Organizzazione e comportamento economico, Il Mulino, Bologna). 6 Thomas A. Stewart (1997), Intellectual capital. The new wealth of organization, Nicholas Brealey Publishing, Londra.

Anteprima della Tesi di Anna Formisano

Anteprima della tesi: Le nuove metodologie di reclutamento e selezione del personale. Il caso Jobpilot, Pagina 6

Tesi di Laurea

Facoltà: Economia

Autore: Anna Formisano Contatta »

Composta da 202 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 17655 click dal 07/07/2004.

 

Consultata integralmente 71 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.