Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Marx e il "socialismo reale"

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

6 realtà aperta, attiva, perennemente in divenire, interagente con l’apparato teorico, e non passiva di uno sviluppo deterministico. 2. Considerare il segmento di storia russa, definita con l’espressione: “socialismo reale” per ciò che esso è realmente stato, osservandone attentamente portata, valenza e presupposti teorici. Mi avvarrò degli scritti dei suoi principali protagonisti politici, ovvero Lenin e Stalin, e di vari saggi ed opere critiche sull’argomento. 3. Mettendo in parallelo, con le dovute attenzioni, le due analisi, valutare i punti di contatto e di divergenza tra la teoria marxiana e l’esperienza russa al fine di valutare se nel caso dell’URSS si può effettivamente parlare, come si è fatto, di “comunismo” o se occorre avanzare nell’analisi per valutare che cosa essa è realmente stata. Il termine “comunismo” incute a tutt’oggi una certa soggezione che colpisce tutte le parti politiche anche se con atteggiamenti diversi: demonizzazione, cieca fede, analisi critica. Gli anticomunisti si avvalgono della demonizzazione come utile strumento politico e di facile impiego propagandistico, condannando senza appello teoria e pratica. La sconfitta dell’esperienza sovietica anziché porre fine all’anticomunismo sembra averlo alimentato tanto che gli attacchi che non possono essere più, ovviamente, rivolti allo Stato socialista, interessano ora, con accuse alquanto generiche, Marx stesso, come il filosofo che lo ha ispirato. L’atteggiamento di cieca fiducia, che impedisce di mettere in discussione gli eventi passati, così come quello di “perdita di memoria”, tipico di ex comunisti pentiti, che non vogliono rivangare un passato più o meno scomodo, sono ugualmente sterili, perché acritici, e non possono fornire alcun

Anteprima della Tesi di Isabella Casali

Anteprima della tesi: Marx e il "socialismo reale", Pagina 3

Tesi di Laurea

Facoltà: Lettere e Filosofia

Autore: Isabella Casali Contatta »

Composta da 283 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 9793 click dal 13/07/2004.

 

Consultata integralmente 7 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.