Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Un approccio territoriale al mercato del lavoro: aspetti analitici e strategici

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

Perche studiare il mercato del lavoro a livello locale __________________________________________________________________ 13 venti per cento dei comuni ordinati secondo il livello dei due rapporti, definendoli località “potenziali” di concentrazione di posti di lavoro. Nella seconda fase, si è proceduto a verificare se nei comuni scelti si fosse raggiunto un “livello di autocontenimento” di 0.50, non soltanto dal lato dell’offerta ma anche dal lato della domanda (cioè in termini di rapporto tra occupati che risiedono e lavorano nel comune e occupati che lavorano in esso); per i comuni che presentavano almeno tale livello da entrambi i punti di vista, è stata considerata validata la scelta; per gli altri comuni, si è cercato (in base a criteri che fissano l’attenzione sui flussi di lavoratori) se esistessero altri comuni con cui potessero essere unificati. Nella terza fase si sono considerati i comuni non scelti come “località potenziale di concentrazione di posti di lavoro” e si sono raggruppati in “proto-aree funzionali”, assegnandoli a località che risultavano concentrare posti di lavoro sulla base del raggiungimento di “livelli di autocontenimento” non inferiori a 0.75 da entrambi i lati del mercato del lavoro. Nella quarta fase, i comuni non assegnati sono stati inclusi nelle “proto-aree funzionali” nei cui confronti i flussi di lavoratori risultavano tali da massimizzare una funzione che considera i legami reciproci intercomunali. Nella quinta ed ultima fase le “aree funzionali” individuate sono state sottoposte ad un procedimento di “calibratura fine”, in cui si è cercato di mettere in luce come eventuali esigenze di inclusione (per motivi connessi all’adozione di politiche del lavoro) di specifici comuni in

Anteprima della Tesi di Benjamin Rembrij

Anteprima della tesi: Un approccio territoriale al mercato del lavoro: aspetti analitici e strategici, Pagina 13

Tesi di Laurea

Facoltà: Economia

Autore: Benjamin Rembrij Contatta »

Composta da 325 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 2382 click dal 14/07/2004.

 

Consultata integralmente 3 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.