Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

La comunità ebraica di Terni

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

4 Premessa Oggetto del mio studio è la comunità ebraica di Terni, stabilitasi nel Comune umbro tra la fine del secolo XIII e la fine del secolo XVI. La condizione di questa minoranza insediata nella Terni tardomedievale è stata collegata all’insediamento di altre comunità ebraiche nelle diverse regioni italiane. Tale ricerca si inserisce nel quadro della storia degli Ebrei in Italia e dei loro rapporti con la loro maggioranza cristiana nel tardo Medioevo. In questo periodo, infatti, gli Ebrei italiani assumono un ruolo preciso all’interno della società cristiana, ovvero quello di prestatori di denaro. Essi sono sospinti verso questa attività perché fu l’unica a non essergli interdetta dalla legislazione ecclesiastica del tempo. Dalla metà del secolo XIII, fu da Roma (in cui viveva una delle comunità ebraiche più importanti d’Italia) che compagnie di banchieri ebrei si mossero attraverso lo Stato Pontificio, andando a costituire moltitudini di nuclei ebraici sparsi su tutto il territorio della Chiesa. Autorevoli studi hanno dimostrato come fosse la Curia stessa a spingere gli Ebrei romani verso l’emigrazione in queste città italiane centrosettentrionali. Il Papato voleva maggiore ingerenza nelle questioni politiche dei propri domini e sperava di riuscirvi anche attraverso i banchieri ebrei. Partendo da tali presupposti, si è voluto analizzare se il caso della comunità ebraica di Terni (Comune che all’epoca riconosceva solo formalmente il potere ecclesiastico sul proprio territorio) rientra in questa più ampia strategia pontificia. L’intendimento della mia ricerca è quello di esaminare lo sviluppo del prestito ebraico nello Stato Pontificio e comprendere come la Curia si sia servita di tale strumento pre - bancario per i propri scopi economico - politici. Le successive sorti degli Ebrei italiani sono state necessariamente legate a tale attività, spesso tollerata ma anche a volte osteggiata con conseguenti espulsioni e persecuzioni.

Anteprima della Tesi di Eleonora Manni

Anteprima della tesi: La comunità ebraica di Terni, Pagina 1

Tesi di Laurea

Facoltà: Scienze Politiche

Autore: Eleonora Manni Contatta »

Composta da 130 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 3328 click dal 14/07/2004.

 

Consultata integralmente una volta.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.