Skip to content

Rileggere la II Guerra Mondiale: Joseph Heller e Kurt Vonnegut

Gratis La preview di questa tesi è scaricabile gratuitamente in formato PDF.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline. L'iscrizione non comporta alcun costo: effettua il Login o Registrati.

Mostra/Nascondi contenuto.
14 b) La Prima guerra mondiale. La Prima guerra mondiale segnò una svolta radicale nell’immaginario bellico. Gli storici e i critici che si sono occupati di questo aspetto hanno in primo luogo sottolineato le profonde modificazioni percettive, fisiologiche, memoriali che quella guerra generò nei combattenti: lo spazio e il tempo apparivano sconvolti a chi aveva passato anni nelle trincee (il luogo simbolo delle battaglie del 1914-1918). Inoltre, la tecnologia ormai dominante (l’impiego di carri armati e aerei, ad esempio) generava da un lato un sempre maggiore distacco dall’esercizio diretto della violenza; dall’altro, la precisa consapevolezza che l’azione del singolo non aveva che un valore secondario nella strategia bellica. Infine, lo spazio della biologia individuale cominciò ad essere invaso – in modo sempre più esplicito, sistematico e autocosciente - dalla politica e dal potere degli stati, che decisero la sorte di milioni di prigionieri, ridotti a numeri e a problemi da risolvere in modo “pianificato”. Di questi e altri sconvolgimenti diedero conto in prima istanza i tanti memoriali pubblicati già a partire dall’immediato dopoguerra. Il critico tedesco Walter Benjamin aveva affermato all’inizio del suo celebre saggio Der Erzähler (1936) che i soldati tornavano dal fronte incapaci di raccontare la loro esperienza in modo diretto. Ma questo se è vero rispetto ad un attonito mutismo, alla impossibilità di esprimere fino in fondo “l’essenza” dell’esperienza della guerra, non toglie nulla alla volontà, e alla necessità psicologica e sociale, di tentare di raccontare, un evento bellico incomparabile con quelli fino ad allora accaduti in coloro che vi presero parte, tanto è vero che sono state raccolte e studiate moltissime testimonianze non letterarie (specialmente epistolari), in cui si dava conto, pur nei limiti concessi dalle censure, di quanto stava avvenendo e, finita la guerra, la forma del memoriale sembrò la più adatta a manifestare spesso senza retorica e con un realismo oggettivo una verità dell’incredibile e dell’indicibile. Va però notato che molti dei memoriali editi in quegli anni presentano tratti letterariamente elaborati. In alcuni memoriali, episodi della Prima guerra mondiale sono talora descritti sulla base di modelli precedenti, e questa retorica (magari involontaria) si coglie soprattutto nelle opere di coloro che avevano ricevuto una buona educazione letteraria scolastica, ma non erano veri scrittori.
Anteprima della tesi: Rileggere la II Guerra Mondiale: Joseph Heller e Kurt Vonnegut, Pagina 11

Preview dalla tesi:

Rileggere la II Guerra Mondiale: Joseph Heller e Kurt Vonnegut

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

Informazioni tesi

  Autore: Cristina Marozzi
  Tipo: Tesi di Laurea
  Anno: 2003-04
  Università: Università degli Studi del Piemonte Orientale A.Avogadro
  Facoltà: Lettere e Filosofia
  Corso: Lingue e Letterature Straniere
  Relatore: Guido Carboni
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 271

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

critica
guerra
heller
ii guerra mondiale
letteratura di guerra
parodia
romanzo
satira
stati uniti
vonnegut

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi