Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Il ruolo del sistema bancario nel finanziamento dell'innovazione alle piccole e medie imprese

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

Il ruolo del sistema bancario nel finanziamento dell'innovazione alle piccole e medie imprese delle potenzialità di sviluppo del settore in cui l’attività dell’impresa si inserisce, dall’altro, la prassi operativa assegna un ruolo decisamente più ampio agli aspetti garantistico- patrimoniali e a quelli relativi al rapporto di indebitamento. Se simili comportamenti trovano giustificazione di fronte a imprese richiedenti che presentano una leva finanziaria troppo elevata, finanziando le quali si corrono rischi analoghi a quelli dell’imprenditore senza poter eventualmente beneficiare dei suoi stessi vantaggi, è anche vero che limitare la valutazione della capacità di credito dell’azienda al suo rapporto di indebitamento è indice di un’eccessiva semplificazione delle pratiche di analisi del credito volte al contenimento dei costi, di una scarsa conoscenza delle problematiche aziendali e di una limitata visione globale del sistema economico. Alla miopia delle banche si sommano numerosi fattori di contesto non ultima la carenza informativa che condiziona la banca che si trovi a valutare il merito di credito di un’impresa frenata a fornire indicazioni veritiere e adeguate. Si genera un circolo vizioso secondo il quale il rischio connesso a un investimento in una PMI, dalla quale arriva un flusso informativo frammentato e incoerente, spesso legato soltanto ad un elevato coefficiente di indebitamento, può essere eccessivamente esasperato. Le banche, di fronte a tale rischio, sono indotte singolarmente a coprire solo parte dei fabbisogni finanziari rilevati, rendendo necessario il ricorso da parte delle imprese ad altri istituti, secondo una pratica diffusissima di molteplicità delle linee di fido. D’altra parte il ridotto importo unitario dei fidi concessi, provoca a sua volta l’effettuazione di istruttorie per la valutazione del credito più semplificate e meno costose. Instaurata questa consuetudine, diventa sempre più necessario per la banca evitare di esporsi troppo nei confronti di un’azienda, garantendo solo la parziale copertura delle sue esigenze di finanziamento a breve. Simile processo contribuisce a determinare quella sensazione di incapacità di corretta valutazione del credito da parte degli intermediari. 18

Anteprima della Tesi di Antonio Mastracci

Anteprima della tesi: Il ruolo del sistema bancario nel finanziamento dell'innovazione alle piccole e medie imprese, Pagina 14

Tesi di Laurea

Facoltà: Economia

Autore: Antonio Mastracci Contatta »

Composta da 220 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 6208 click dal 19/07/2004.

 

Consultata integralmente 50 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.