Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Pasolini lettore

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

3 così e il giudizio sarà diverso da quello precedente. Questo è dovuto all’estemporaneità con cui Pasolini scriveva le sue pagine critiche. I nomi per la sua formazione critica sono in genere sempre gli stessi, Contini, Gramsci, Spitzer, Auerbach e Longhi; ma anche qui dobbiamo tener presente che oggi sarà Contini, domani, dopo una rilettura di Longhi, il primo verrà rinnegato e scacciato, mentre il secondo diventerà Bibbia. Pasolini era un lettore terribilmente attento al momento e terribilmente influenzabile a ciò che credeva gli fosse più vicino; quindi se da giovanissimo restava incantato da una prima lettura di Ungaretti, con il passare degli anni, con lo scoprire nuovi autori e il fortificarsi delle proprie ideologie, vedremo sbiadire questa prima lettura e Ungaretti diventerà un autore che Pasolini non avrà tanta voglia di leggere. Un attimo fa ho usato il vocabolo “incantato”, ora vorrei aggiungerne un altro che quasi tutti conosciamo: “appassionato”. Il giudizio critico che viene fuori dalle sue pagine saggistiche è all’insegna della passione; la critica pasoliniana è una critica talmente appassionata da far perdere al nostro autore la reale definizione del letterato che sta analizzando. Pasolini stesso diventa schiavo della propria passione, e se nell’autore trova un qualche motivo che si riconduce alla sua figura, non capiamo più di chi egli stia parlando: sembra che parli di Pascoli o di Dante, in realtà parla di sé stesso. Diventa vittima della passione, al punto da vedere in alcuni scrittori, ad esempio Gadda, aspetti che sembrano a loro estranei. Se da una parte questa passione è negativa, dall’altra ha un enorme pregio: fa sì che Pasolini non si fermi dinnanzi ad alcuni luoghi comuni della critica corrente. Il nostro autore non si fermerà a una

Anteprima della Tesi di Cecilia Morrico

Anteprima della tesi: Pasolini lettore, Pagina 3

Tesi di Laurea

Facoltà: Lettere e Filosofia

Autore: Cecilia Morrico Contatta »

Composta da 266 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 5724 click dal 22/07/2004.

 

Consultata integralmente 5 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.