Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Pasolini lettore

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

7 investigano le “fonti” che vanno a creare la sua prosa, la quale ci dà, secondo Pasolini, poi modo di capire nell’intimo questo autore e di amarlo incondizionatamente. Più discusso il discorso su Dante, che viene quasi completamente stravolto dall’amore e dall’immedesimazione che Pasolini ha con questo autore fino a perdere l’acume critico. Penna è invece il poeta della poesia “pura” o “aggraziata”, i cui veri connotati sfuggono a tutti i critici della metà del Novecento tranne a Pasolini. Il nostro autore è infatti il primo dei grandi interpreti della poesia penniana ed è l’iniziatore sia della sua definizione poetica, sia di quella linguistica. Nell’ultimo capitolo di questo lavoro sono trattati altri momenti importanti della critica pasoliniana: i primi quattro paragrafi sono dedicati a quattro autori diversi tra loro, ma che hanno in comune una favorevole interpretazione da parte di Pasolini, anche se per Ungaretti e per Elsa Morante si avrà negli ultimi anni un giudizio discordante rispetto quello dei primi saggi. Nel paragrafo seguente si indaga il rapporto Pasolini-Calvino, che ci dà modo di capire le sostanziali differenze tra due critici-scrittori della metà del Novecento. Appare poi finalmente un saggio su un autore, D’Annunzio, che Pasolini desidera disprezzare ad ogni costo, e in esso vediamo quali sono i motivi del suo “odio”. Nelle pagine dedicate alle letture pasoliniane dei grandi romanzi dell’Ottocento si cerca di evidenziare l’uso della psicoanalisi nella critica pasoliniana degli ultimi anni chiarendo quello che dicevamo inizialmente, ovvero la centralità del tema omosessuale nell’opera critica degli ultimi anni. Tra i critici studiati da Pasolini l’unico che rimane per anni uguale a sé stesso,

Anteprima della Tesi di Cecilia Morrico

Anteprima della tesi: Pasolini lettore, Pagina 7

Tesi di Laurea

Facoltà: Lettere e Filosofia

Autore: Cecilia Morrico Contatta »

Composta da 266 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 5724 click dal 22/07/2004.

 

Consultata integralmente 5 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.