Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Rilevazione del burnout e delle strategie di coping in un campione di ausiliari socio-assistenziali

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

12 La validità del modello di Cherniss è stata verificata con differenti ricerche tra cui quella di Burke (1987) che ha rilevato le direzioni e l’intensità delle correlazioni delle variabili implicate. Secondo questo modello (vedi Fig. 1) le variabili lavorative hanno un ruolo molto più importante di quelle individuali nel determinare le fonti di stress che sono causa del burnout, ed esercitano anche un’influenza diretta sul burnout stesso. Fig. 1 - Verifica del modello di Cherniss (Burke, 1987) VARIABILI LAVORATIVE 0.21 FONTI DI STRESS BURNOUT 0.70 0.56 VARIABILI PERSONALI -0.16 Il secondo modello di tipo psico-sociale è quello di Maslach che definisce il burnout come una “forma di stress interpersonale che comporta il distacco dagli utenti” causato dalla continua tensione emotiva del contatto con persone che portano una richiesta di aiuto (Maslach, 1976). A partire da questa descrizione il concetto viene ricondotto a un costrutto multifattoriale formato da tre componenti tra loro relativamente indipendenti: l’esaurimento emotivo, la depersonalizzazione e la realizzazione personale. L’esaurimento emotivo è descritto come la sensazione di essere in continua tensione, emotivamente inariditi dal rapporto con gli altri, e rappresenta una forma cronica di stress dovuta al percepire le richieste come eccessive rispetto alle risorse disponibili. L’operatore si sente come svuotato delle risorse emotive e personali e con l’impressione di non avere più nulla da offrire a livello psicologico. - Problemi con i clienti - Interferenze burocratiche - Dubbi sulle competenze - Scarsa collegialità - Carico di lavoro - Feedback - Varietà mansioni - Ambiguità di ruolo - Autonomia - Supervisione - Caratteristiche demografiche - Motivazione alla carriera - Supporto e richieste extralavorative - Alienazione - Distacco - Basse prestazioni - Perdita di idealismo - Ridotta responsabilità

Anteprima della Tesi di Alberta Notti

Anteprima della tesi: Rilevazione del burnout e delle strategie di coping in un campione di ausiliari socio-assistenziali, Pagina 9

Tesi di Laurea

Facoltà: Lettere e Filosofia

Autore: Alberta Notti Contatta »

Composta da 128 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 10917 click dal 23/07/2004.

 

Consultata integralmente 30 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.