Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Universi che (non) cadono a pezzi: la negazione dell'apparenza in Do Androids Dream of Electric Sheep? di Philip K. Dick e Blade Runner di Ridley Scott

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

12 “Maybe I'm worried, Rick Deckard conjectured, that what happened to Dave will happen to me. An andy smart enough to laser him could probably take me, too. But that didn't seem to be it.” (DAD, p.31) Deckard prova senz’altro dispiacere per il collega ferito, ma capisce che ora il lavoro più importante e redditizio sarà assegnato a lui; la piacevole sensazione di forza e autorità che ne deriva viene però subito rimpiazzata da un sentimento di insicurezza e paura: se i replicanti sono riusciti a ferire Dave, non potrebbero fare altrettanto con lui? Nonostante questo, Rick vuole assolutamente ottenere l’incarico che l’ispettore Bryant sembra affidargli quasi controvoglia e con mille raccomandazioni: il Blade Runner di riserva può entrare in azione non perché ne venga riconosciuto il valore ma per incapacità o sfortuna altrui: He abruptly pointed at Rick, his face severe. “This is the first time you'll be acting as senior bounty bunter. Dave knows a lot; he's got years of experience behind him.” “So have I,” Rick said tensely. “You've handled assignments devolving to you from Dave's schedule; he's always decided exactly which ones to turn over to you and which not to. But now you've got six that he intended to retire himself – one of which managed to get him first.” (DAD, p.32) Rick deve innanzitutto controllare che l’unico strumento che ha a disposizione per distinguere gli androidi dagli umani - il Test di Voigt-Kampff - sia efficiente anche con l’ultima generazione di umanoidi artificiali in commercio, i Nexus-6. Per questo motivo, Bryant gli organizza un incontro con i dirigenti della Rosen Association, l’azienda che fabbrica i replicanti: dovranno fornirgli un campione misto, costituito da esseri umani autentici e da androidi, che andrà analizzato col Test; essendo ignota a Deckard la natura umana o artificiale degli esaminandi, egli potrà verificare l’efficienza

Anteprima della Tesi di Alessandro Rocchetti Bellinzoni

Anteprima della tesi: Universi che (non) cadono a pezzi: la negazione dell'apparenza in Do Androids Dream of Electric Sheep? di Philip K. Dick e Blade Runner di Ridley Scott, Pagina 10

Tesi di Laurea

Facoltà: Lingue e Letterature Straniere

Autore: Alessandro Rocchetti Bellinzoni Contatta »

Composta da 227 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 3428 click dal 15/09/2004.

 

Consultata integralmente 6 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.