Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Universi che (non) cadono a pezzi: la negazione dell'apparenza in Do Androids Dream of Electric Sheep? di Philip K. Dick e Blade Runner di Ridley Scott

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

16 Rosen,” he said, and gathered together the equipment again; he had concluded his retesting. “That's all.” (DAD, p.51) Rachael è un androide, un Nexus-6 che crede di essere un umano grazie ai ricordi che le sono stati impiantanti. Il test quindi funziona, Deckard può continuare nel suo lavoro di ricerca dei replicanti fuggitivi, anche se è stato ad un passo dal fallimento. Di nuovo, il protagonista prova un misto di fiducia e apprensione: The Nexus-6. He had now come up against it. Rachael, he realized; she must be a Nexus-6. I'm seeing one of them for the first time. And they damn near did it; they came awfully damn close to undermining the Voigt-Kampff scale, the only method we have for detecting them. The Rosen Association does a good job - makes a good try, anyhow – at protecting its products. And I have to face six more of them, he reflected. Before I'm finished. He would earn the bounty money. Every cent. Assuming he made it through alive. (DAD, p.52) Deckard pare confermare le sue qualità di detective esperto, evitando la trappola tesagli da Polokov/Kadalyi e ritirando l’androide; veniamo ancora smentiti quando, successivamente, si reca al teatro per sottoporre il test alla cantante lirica Luba Luft, sospetta replicante. Il Blade Runner viene messo in crisi dalla capacità di ragionamento della cantante, la quale in modo poco velato insinua che tra i due sia lui ad essere il replicante: “An android,” he said, “doesn't care what happens to any other android. That's one of the indications we look for.” “Then,” Miss Luft said, “you must be an android.” That stopped him; he stared at her. “Because,” she continued, “Your job is to kill them, isn't it? You're what they call – “ She tried to remember.

Anteprima della Tesi di Alessandro Rocchetti Bellinzoni

Anteprima della tesi: Universi che (non) cadono a pezzi: la negazione dell'apparenza in Do Androids Dream of Electric Sheep? di Philip K. Dick e Blade Runner di Ridley Scott, Pagina 14

Tesi di Laurea

Facoltà: Lingue e Letterature Straniere

Autore: Alessandro Rocchetti Bellinzoni Contatta »

Composta da 227 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 3428 click dal 15/09/2004.

 

Consultata integralmente 6 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.