Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Universi che (non) cadono a pezzi: la negazione dell'apparenza in Do Androids Dream of Electric Sheep? di Philip K. Dick e Blade Runner di Ridley Scott

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

17 “A bounty hunter,” Rick said. “But I'm not an android.” “This test you want to give me.” Her voice, now, had begun to return. “Have you taken it?” “Yes.” He nodded. “A long, long time ago; when I first started with the department.” “Maybe that's a false memory. Don't androids sometimes go around with false memories?” Rick said, “My superiors know about the test. It's mandatory.” “Maybe there was once a human who looked like you, and somewhere along the line you killed him and took his place. And your superiors don't know.” She smiled. As if inviting him to agree. (DAD, p.86-87) Rick tenta di imporre la sua autorità ma fatica non poco a opporsi alle obiezioni della donna: “Let's get on with the test,” he said, getting out the sheets of questions. “I'll take the test,” Luba Luft said, “if you'll take it first.” Again he stared at her, stopped in his tracks. “Wouldn't that be more fair?” she asked. “Then I could be sure of you. I don't know; you seem so peculiar and hard and strange.” She shivered, then smiled again. Hopefully. (DAD, p.87) Finalmente può avere inizio, ma corre il rischio di non essere significativo, a causa della “nebbia semantica” 9 con cui la cantante confonde le sue risposte. Deckard fa del suo meglio per garantire la regolarità del Voigt-Kampff, Luba Luft invece fa cadere, apparentemente in modo casuale, la ventosa dell’apparato per il test; quando Deckard si rialza dopo averla raccolta da terra, capiamo che è stato (neanche troppo astutamente) raggirato: 9 P. K. DICK, Do Androids Dream of Electric Sheep?, ed. cit., p. 89

Anteprima della Tesi di Alessandro Rocchetti Bellinzoni

Anteprima della tesi: Universi che (non) cadono a pezzi: la negazione dell'apparenza in Do Androids Dream of Electric Sheep? di Philip K. Dick e Blade Runner di Ridley Scott, Pagina 15

Tesi di Laurea

Facoltà: Lingue e Letterature Straniere

Autore: Alessandro Rocchetti Bellinzoni Contatta »

Composta da 227 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 3428 click dal 15/09/2004.

 

Consultata integralmente 6 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.