Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Le modalità di diversificazione di prodotto nel sistema moda di fascia alta. Un'analisi empirica: il caso italiano Bulgari ed il caso americano Joseph Abboud.

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

Capitolo 1 - La Strategia di Diversificazione 15 1.2 Cenni storici Guardando indietro nel tempo si possono identificare dei periodi in cui la diversificazione sembrava andare “di moda” e dei periodi in cui si è riscontrata una tendenza contraria. In particolare si può osservare il fenomeno della diversificazione dall’inizio del diciannovesimo secolo, quando le imprese più grandi iniziano ad estendere la propria attività estendendo le aree geografiche in cui operavano, estendendo le attività svolte all’interno della propria catena del valore, ed ampliando la propria gamma di prodotti. Ma è dopo la seconda guerra mondiale che si registra la consacrazione delle strategie di diversificazione a strumento di crescita preferito dalle imprese di grandi dimensioni. Gli anni del “boom” sono quelli che vanno dagli anni ‘50 agli anni ’70 fino alle crisi inflazionistiche e petrolifere degli anni ’70-’80. Lo strumento preferito dalla maggior parte delle imprese sembra essere l’acquisizione che similmente alla diversificazione presenta un andamento ciclico ad ondate nel tempo 3 . Viene naturale chiedersi perché questa voglia di diversificazione? E quali fattori hanno influito nel rendere tale strategia così popolare tra le imprese di grandi dimensioni negli anni ‘50-‘70. Come sempre nelle realtà complesse non esiste una spiegazione univoca ma un insieme di fattori che agiscono simultaneamente. Innanzi tutto, sotto la spinta della società di consulenza Mc Kinsey e di altre società, tra gli anni ’50 e ’60 si diffuse la forma organizzativa multidivisionale che rende possibile aggiungere nuove divisioni senza sovraccaricare il management. 3 Le acquisizioni potrebbero quindi essere osservate in relazione con la diversificazione; come infatti come già nel ’59 denunciava la Penrose “molti autori si propongono di parlare di diversificazione e parlano di acquisizioni”.

Anteprima della Tesi di Marco Michele Cavallaro

Anteprima della tesi: Le modalità di diversificazione di prodotto nel sistema moda di fascia alta. Un'analisi empirica: il caso italiano Bulgari ed il caso americano Joseph Abboud., Pagina 5

Tesi di Laurea

Facoltà: Economia

Autore: Marco Michele Cavallaro Contatta »

Composta da 189 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 17610 click dal 30/07/2004.

 

Consultata integralmente 64 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.