Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

La dirigenza nell'ente locale: evoluzione legislativa, funzioni e responsabilità

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

Capitolo I ________________________________________________________________________ - 8 - ritenga opportuno, riservare a se stesso la gestione di taluni progetti, così come al dirigente generale “spettano tutti i poteri di gestione del personale” 8 . Per effetto delle previsioni di cui agli artt. 3, 16 e 17 del D.Lgs. 29/1993 è da ritenersi che tutte le competenze in tema di ordinaria amministrazione, indistintamente attribuite dall’art. 32 comma 2 lett. f) a Giunta, Segretario e funzionari, vengano ad essere proprie solo ed esclusivamente dell’apparato burocratico. 1.4 - La diretta applicabilità delle disposizioni del D.Lgs. 29/1993 agli enti locali. Un rilevante problema che si pone è quello dell’automatica applicazione o meno agli enti locali della disciplina della dirigenza contenuta nel decreto sulla privatizzazione del pubblico impiego. L’art. 13, comma 1, impone alle pubbliche amministrazioni non statali di adeguare, ove necessario, i propri ordinamenti a dette prescrizioni, tenendo conto delle relative peculiarità, entro sei mesi dalla data di entrata in vigore del decreto. Occorre pertanto verificare l’applicabilità delle disposizioni in questione nell’ipotesi in cui un’amministrazione locale non abbia provveduto all’adeguamento del proprio ordinamento nel termine di cui sopra. In primo luogo, va rilevato come si tratti di adeguamento facoltativo, richiesto solo “ove necessario”, per cui ben potrà accadere che l’ordinamento del singolo ente sia già conforme a quanto disposto dal D.Lgs. 29/1993 in tema di dirigenza, rendendosi quindi superflua ogni modifica. In ogni altro caso, sembra comunque che la corretta lettura dell’art. 13, comma 1 del D.Lgs. 29/1993 debba essere quella per cui, decorso il termine di sei 8 T.A.R. Liguria, sez. I, 9 giugno 1995, n. 193, in T.A.R., 1995, I, 3702.

Anteprima della Tesi di Andrea Taio

Anteprima della tesi: La dirigenza nell'ente locale: evoluzione legislativa, funzioni e responsabilità, Pagina 8

Tesi di Laurea

Facoltà: Giurisprudenza

Autore: Andrea Taio Contatta »

Composta da 129 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 8895 click dal 26/08/2004.

 

Consultata integralmente 50 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.