Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Eyes Wide Shut: fotografare la fotografia della realtà

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

4 nuova scoperta rispetto alla precedente che arricchisce e guida lo spettatore. Si tratta di compiere un percorso, di accedere per gradi ad una dimensione che per sua natura richiede tempo per essere dischiusa, data la complessità e la vastità che abbraccia. Secondo Spielberg i film di Kubrick piacciono ogni volta di più perché sono sempre diversi: è come se si rigenerassero, se si rinnovassero ad ogni visione. Puntualmente si nota qualcosa a cui non si era mai fatto caso prima, che mai si era notato: eppure ecco la stessa stupefacente sorpresa che coglie lo spettatore anche quando egli sa perfettamente cosa sta per accadere sullo schermo. La maestria di Kubrick nel raccontare spiazza e quasi disorienta, perché è sempre nuova ed inesauribile, sia per chi conosce le sue opere e sia per chi vi si accosta per la prima volta. E’ ancora Spielberg a suggerire l’idea di una magia tutta kubrickiana; il suo modo specifico di raccontare una storia, sempre con modalità antitetiche rispetto a quelle tradizionali, la perfezione tecnica del suo fare cinema, impeccabile, rigorosissima fin nel più piccolo dettaglio. A suggello dell’amicizia e della stima professionale che li univa, Spielberg disse alla morte di Kubrick che con lui se ne andava un grande, un gigante del cinema dal quale egli

Anteprima della Tesi di Aida Antonelli

Anteprima della tesi: Eyes Wide Shut: fotografare la fotografia della realtà, Pagina 2

Laurea liv.I

Facoltà: Scienze Umanistiche

Autore: Aida Antonelli Contatta »

Composta da 72 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 5096 click dal 11/11/2005.

 

Consultata integralmente 6 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.