Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

I neoconservatori americani: analisi del movimento culturale e delle prospettive politiche

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

14 1.3.2. L’alleanza con Reagan e il passaggio definitivo al Partito Repubblicano Alle elezioni del 1976 fu Jimmy Carter in persona a chiedere ai neocon l’appoggio alla sua candidatura, promettendo posti chiave nel governo. Ma, ad elezione acquisita, solo Paul Wolfowitz trovò un posto come vice assistente del segretario della Difesa, e, soprattutto, Carter si rivelò essere tutto il contrario di quello che i neocon avrebbero voluto, arrivando a dire che l’America aveva finalmente superato la sua “smodata paura del comunismo”. 14 Così i neocon abbandonarono definitivamente il Partito Democratico: si riorganizzarono nel Committee on the Present Danger (Cpd, nome mutuato da una lobby anticomunista degli anni Cinquanta) e si allearono con Ronald Reagan, che divenne membro del Cpd nel 1979. Questa volta l’alleanza pagò: Reagan fu eletto presidente nel 1980 e chiamò al governo ben trentatre membri del Cpd, la maggior parte dei quali proprio a ricoprire ruoli legati al tema più caro ai neocon: quello della sicurezza nazionale. Con l’apporto dei neocon l’atteggiamento dell’Amministrazione Reagan si fa più deciso: messo in soffitta l’appeasement si sceglie di potenziare l’esercito e di attuare la strategia detta roll-back strategy, mirata al ritiro del nemico dalle zone di maggiore interesse geopolitico. Una strategia rafforzata dalla ferma convinzione che non ci sia alternativa al modello di sviluppo capitalistico americano (There Is No Alternative, o TINA) 15 : un caposaldo del pensiero neocon, seppur esposto all’epoca in modo certo assai più grossolano di quanto oggi essi si sforzino di abbellirlo. 14 [Rocca 2003, 79] 15 [Lobe e Olivieri (a cura di) 2003, 15]

Anteprima della Tesi di Cleto Romantini

Anteprima della tesi: I neoconservatori americani: analisi del movimento culturale e delle prospettive politiche, Pagina 14

Tesi di Laurea

Facoltà: Sociologia

Autore: Cleto Romantini Contatta »

Composta da 173 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 3518 click dal 30/08/2004.

 

Consultata integralmente 14 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.