Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

UMTS: la convergenza multimediale... il futuro attraverso il passato

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

10 CAPITOLO 1 : DAI MASS MEDIA … 1.1 LA COMUNICAZIONE DI MASSA E I MASS MEDIA “Per comunicazione possiamo intendere uno scambio di sapere, di emozioni tra due persone, o tra gruppi di persone, tra una persona e un gruppo, che abbia almeno una caratteristica: ‘la parità di ruolo tra chi trasmette e chi riceve ’; quindi la possibilità per chi riceve di trasmettere e la possibilità per chi trasmette di ricevere a sua volta; parità di ruolo - tant' è vero che l'esempio più lampante di vera comunicazione è la conversazione interpersonale, faccia a faccia - in cui le due persone hanno lo stesso ruolo comunicativo, possono interrompersi, correggersi, chiedere informazioni su quanto è stato detto. Quindi non è comunicazione, per esempio, un semplice passaggio di dati: quella è informazione” 1 . In rapporto a questa definizione, data da G. Bettetini, alcuni studiosi non ritengono le cosiddette comunicazioni di massa come espressioni comunicative, in quanto implicano innanzitutto l' emissione da un centro ad una massa, ad un numero notevole di recettori. Ciò non toglie che l’espressione ‘comunicazione di massa’ sia entrata nell’uso. Questa comunicazione può avvenire o attraverso l'etere, come nella televisione o nella radio, lungo il cavo, come sempre nella televisione, oppure attraverso copie di giornali, copie di libri, copie di dischi, e così di seguito. Primo elemento affinché si parli di comunicazione di massa è un centro di emissione e molti recettori e, secondo elemento, che questi recettori non hanno la possibilità di rispondere sullo stesso canale e con lo stesso potere di chi trasmette, da ciò la natura “mono o unidirezionale” della comunicazione di massa. 1 Bettetini G., Intervista a Mediamente, www.mediamente.rai.it.

Anteprima della Tesi di Piergiuseppe Carnevale

Anteprima della tesi: UMTS: la convergenza multimediale... il futuro attraverso il passato, Pagina 7

Tesi di Laurea

Facoltà: Scienze Politiche

Autore: Piergiuseppe Carnevale Contatta »

Composta da 304 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 4518 click dal 31/08/2004.

 

Consultata integralmente 13 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.