Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Le indagini sulla ''qualità della vita'' de Il Sole 24 Ore. Un approfondimento metodologico

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

6 1 LE PRIME INDAGINI REALIZZATE DA IL SOLE 24 ORE La prima indagine sulla qualità della vita realizzata da Il Sole 24 Ore risale al 1988. Da allora il quotidiano economico ha continuato ogni anno a pubblicare la sua ricerca sulla qualità della vita che, nel 2003, è ormai giunta alla sua quindicesima edizione. Nel corso delle prime quattro rilevazioni, quelle dell’88, ’89, ‘90 e ‘91, sono stati apportati, di anno in anno, molti cambiamenti a livello metodologico, tanto che i risultati di queste quattro indagini risultano difficilmente confrontabili tra loro. Al contrario, dal 1991 fino alla più recente indagine del 2003, l’impianto metodologico non ha più subito variazioni per quanto riguarda il numero complessivo d’indicatori utilizzati, le aree tematiche in cui essi sono raggruppati, i criteri per l’attribuzione dei punteggi e le regole per l’elaborazione della classifica finale. La prima indagine realizzata da Il Sole 24 ore, quella del 1988, si concentrava esclusivamente sulle componenti economiche e materiali della qualità della vita, tralasciando ogni altro aspetto. I pochi indicatori utilizzati nell’occasione (sei in tutto: “Reddito pro capite”, “Ammontare pro capite dei depositi bancari”, “Premi assicurativi pagati per polizze vita”, “Numero di apparecchi telefonici ogni 100 abitanti”, “Numero di automobili in circolazione ogni 100 abitanti” e “Quota di abitazioni in proprietà sul totale delle abitazioni occupate”), infatti, erano tutti di carattere economico, o comunque relativi al livello di benessere materiale, e dovevano contribuire, negli intenti de Il Sole 24 Ore, a far emergere una “mappa della distribuzione del benessere economico tra le province italiane”. La classifica di queste ultime era ottenuta assegnando, per ogni indicatore, cento punti alla provincia che presentava il valore maggiore e riparametrando in seguito i punteggi delle altre in modo proporzionale, così da ottenere per ognuno dei sei parametri impiegati una graduatoria parziale. L’indice finale di qualità della vita era infine ottenuto sommando i punti acquisiti da ciascuna provincia nelle sei graduatorie parziali.

Anteprima della Tesi di Gianandrea Marchello

Anteprima della tesi: Le indagini sulla ''qualità della vita'' de Il Sole 24 Ore. Un approfondimento metodologico, Pagina 4

Laurea liv.I

Facoltà: Scienze Politiche

Autore: Gianandrea Marchello Contatta »

Composta da 67 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 7638 click dal 03/09/2004.

 

Consultata integralmente 16 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.