Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Dinamiche dello sviluppo in Argentina (1990-2000): relativi problemi di misurazione e proposte

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

3 imprese pubbliche 3 ; liberalizzazione del commercio con l’abbattimento delle tariffe doganali e le barriere protezionistiche per favorire l’afflusso di capitali; riforma del mercato del lavoro con l’introduzione di maggiore flessibilità 4 ; un nuovo patto fiscale tra governo federale e province che diede vita ad una maggiore decentralizzazione ed un “Piano di convertibilità” (1991) preparato dal ministro dell’economia di allora, Domingo Cavallo, che imponeva il cambio alla pari tra peso e dollaro (1 peso=1 dollaro). Il pacchetto delle riforme diede presto i suoi frutti : l’abbassamento delle tariffe doganali e l’ “ancoramento” della moneta locale al dollaro statunitense diedero fiducia agli investitori determinando un forte afflusso di capitali, che insieme allo sviluppo sostenuto dell’esportazione hanno permesso di contenere l’inflazione e di far crescere il PIL , con un’economia che si é espansa da una dimensione stimata di 141 miliardi di dollari nel 1990 a 298 miliardi di dollari nel 1998 (World Bank Group, 2000). 3. Il 90% di tutte le imprese statali furono privatizzate nel 1994 (telecomunicazioni, banche, trasporti, servizi urbani, società petrolifere). 4. La Ley de Empleo del 1991 fu la prima di una serie di riforme intente a cambiare la legislazione del lavoro. Fu creata un’assicurazione di disoccupazione e s’introdussero moduli diversi di lavoro basati su contratti provvisori (minimo 4 o 6 mesi, massimo 2 anni), i quali erano esenti parzialmente o totalmente da contributi di previdenza sociale. Nel 1995 furono introdotti nuovi cambiamenti tramite la Ley de Promociòn de Empleo che introdusse maggiore flessibilità nell’assumere nuovi lavoratori, principalmente attraverso l’introduzione di contratti di prova (che passarono da 3 a 6 mesi), ed apprendistato. In base a questi tipi di contratti il datore di lavoro fu esentato da ogni tipo di contributo sociale così come da pagamenti per la terminazione del lavoro. Da parte loro, i lavoratori, dovevano aderire ad uno schema obbligatorio d’assicurazione, le Obras Sociales (assicurazione contro le malattie). Nel 1998 una nuova riforma ridusse il periodo di prova ad un mese ma con la possibilità di estenderlo a sei mesi se avvenuto attraverso il processo di contrattazione collettiva.

Anteprima della Tesi di Valentina Giudice

Anteprima della tesi: Dinamiche dello sviluppo in Argentina (1990-2000): relativi problemi di misurazione e proposte, Pagina 2

Tesi di Laurea

Facoltà: Scienze Statistiche

Autore: Valentina Giudice Contatta »

Composta da 135 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 1592 click dal 02/09/2004.

 

Consultata integralmente 2 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.