Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Le collaborazioni coordinate e continuative a progetto e i rapporti occasionali. profili previdenziali e assicurativi.

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

2 professionale dei disoccupati e di quanti sono in cerca di prima occupazione, con particolare riferimento alle fasce deboli del mercato del lavoro ” 2 . Inoltre con tale riforma: - sono state modificate alcune tipologie contrattuali: collaborazioni coordinate e continuative; - sono state introdotte nuove formule contrattuali: lavoro intermittente e staff leasing; - sono state apportate modifiche al rapporto di lavoro part-time e all’associazione in partecipazione; - sono state regolamentate le prestazioni occasionali; - è stato sostituito il contratto di formazione e lavoro 3 con il contratto di inserimento; - è stato ridisciplinato, in maniera del tutto innovativa, il contratto di apprendistato. Oggetto del presente lavoro sono i rapporti di collaborazione coordinata e continuativa “a progetto” e i rapporti occasionali (collaborazioni occasionali, lavoro occasionale accessorio, lavoro autonomo occasionale), prestando particolare attenzione agli aspetti previdenziali e assicurativi inerenti a tali rapporti e procedendo a un raffronto con le collaborazioni tradizionali. E’ importante premettere che la riforma delle collaborazioni risponde ad un’opzione politica precisa: lo scopo è “impedire un utilizzo improprio e abusivo delle collaborazioni e, quindi, ridurre per quanto possibile le forme di flessibilità impropria riequilibrando i rapporto di lavoro autonomo e subordinato” 4 . 2 Art. 3, comma 1, d.lgs. n. 276/2003, Finalità. 3 Che continuerà ad applicarsi soltanto nell’ambito delle Pubbliche Amministrazione (art. 86, comma 9, d.lgs. n. 276/2003). 4 Circ. Min. Lav. 8 gennaio 2004, n. 1.

Anteprima della Tesi di Valentina Vanzo

Anteprima della tesi: Le collaborazioni coordinate e continuative a progetto e i rapporti occasionali. profili previdenziali e assicurativi., Pagina 2

Tesi di Laurea

Facoltà: Giurisprudenza

Autore: Valentina Vanzo Contatta »

Composta da 125 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 3596 click dal 13/09/2004.

 

Consultata integralmente 26 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.