Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

La Pi.Ru.Bi. tra sostenibilità ambientale ed azione demarginalizzante. Un approccio geo-economico.

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

12 CAPITOLO PRIMO I CONCETTI DELLO SVILUPPO SOSTENIBILE NELLA POLITICA PROVINCIALE TRENTINA 1.1. L’evoluzione del rapporto ambiente - sviluppo Quando si parla di “sviluppo”, nel senso più comune del termine, si fa riferimento alla definizione acquisita dalle scienze biologiche per cui esso costituisce “un insieme di processi attraverso i quali un organismo acquista la sua forma definitiva” . In quest’accezione, il termine va ad indicare essenzialmente il ciclo della crescita, l’evoluzione graduale dell’organismo dal momento della nascita fino all’esplicazione di tutte le sue capacità ed attribuzioni. La scienza sociale del XVIII secolo accoglie e fa sua questa interpretazione, rileggendola con sfumature diverse sotto l’influenza dei cambiamenti in atto: in particolare, l’emergere del capitalismo, della borghesia come classe dominante e il prorompere della Rivoluzione Industriale. Con il diffondersi delle teorie darwiniane, si realizza un trasferimento importante, da un concetto di crescita come fenomeno ciclico, proprio delle culture e tradizioni greche e romane, o preambolo di decadimento, così come concepito nelle teorie fataliste del Medioevo, all’identificazione con il progresso che si autoalimenta e progredisce nella direzione desiderata, aspirando a forme sempre più perfette. Su simili ipotesi si fonda quella che diviene l’ideologia dominante del periodo, ovvero la modernizzazione, spiegata nel suo essere da alcuni principi fondamentali : - la fede nell’evoluzionismo sociale e culturale; - l’illimitatezza delle risorse naturali; - la razionalità economica come meccanismo regolatore di tutto il sociale e dei rapporti tra la società e l’ambiente fisico; - la necessità di un legame tra crescita industriale e sviluppo. Definizione di sviluppo da ZINGARELLI N., 1971, Vocabolario della lingua italiana,. Decima edizione, Zanichelli, Bologna. La definizione di Devoto e Oli si avvicina al concetto di evoluzione: lo sviluppo è una “serie di cambiamenti che si verificano in un organismo nel passaggio da uno stadio più semplice a uno più complesso”, e ancora “accrescimento progressivo con riferimento a organismi viventi o ad attività peculiari dell’uomo” [DEVOTO G. – OLI G. C., 1967, Vocabolario illustrato della lingua italiana, Volume II, Le Monnier, Milano]. Sabatini e Coletti, propongono invece una definizione più vicina al concetto di crescita fisica: “Progresso, crescita in estensione, quantità, efficienza, ecc.; incremento, espansione, potenziamento; riferito a organismo vivente, processo di crescita, passaggio da uno stadio a un altro più evoluto” [SABATINI F. – COLETTI V., 1997, DISC. Dizionario Italiano Sabatini Coletti, Giunti, Firenze]. Approfondimenti in SEGRE A. - DANSERO E., 1996, Politiche per l’ambiente. Dalla natura al territorio, UTET, Torino, pp.86 – 91.

Anteprima della Tesi di Floriana Marin

Anteprima della tesi: La Pi.Ru.Bi. tra sostenibilità ambientale ed azione demarginalizzante. Un approccio geo-economico., Pagina 5

Tesi di Laurea

Facoltà: Economia

Autore: Floriana Marin Contatta »

Composta da 297 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 3709 click dal 03/09/2004.

 

Consultata integralmente una volta.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.