Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Insider trading ed efficienza dei mercati finanziari. L'impatto dell'evoluzione della normativa di riferimento in Italia.

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

18 L’asta a chiamata presenta però due principali difetti dovuti entrambi al carattere di istantaneità dell’asta stessa. Il primo consiste nella sua scarsa attitudine a soddisfare gli ordini che provengono in via continuativa agli investitori. Ciò ha quale conseguenza lo sviluppo di negoziazioni al di fuori dell’asta, regolate a prezzo spesso differenti dal prezzo di equilibrio formatosi al momento dell’asta. Il secondo difetto consiste nell’impossibilità di creare una reale interazione tra i partecipanti all’asta e tutti gli altri operatori in quanto a questi ultimi resta preclusa la possibilità di reagire con tempestività alle informazioni che provengono in occasione della formazione del prezzo nel corso dell’asta. In altri termini, il prezzo che si forma durante l’asta a chiamata non tiene conto dei possibili nuovi flussi di domanda e di offerta che potrebbero essere generati se gli investitori potessero conoscere l’evolversi dell’asta stessa. Mediante il meccanismo dell’asta continua vengono parzialmente rimossi tali difetti. Infatti, svolgendosi in modo continuativo lungo l’arco della giornata, tale tecnica comporta la formazione di prezzi dei titoli ogniqualvolta è possibile un incrocio di ordini di acquisto e di vendita presenti nel mercato. Siccome la negoziazione dei titoli avviene simultaneamente e in via continuativa, gli operatori non sono tenuti a ricorrere a negoziazioni al di fuori dell’asta. Inoltre l’asta continua assicura una maggiore interazione tra i partecipanti all’asta stessa e tutti gli altri operatori in quanto questi ultimi, osservando la formazione continua dei prezzi, sono in grado di reagire immediatamente all’evoluzione del mercato. Affinché sia possibile il conseguimento di tali vantaggi è fondamentale che l’asta continua si svolga con il ricorso a supporti telematici con i quali diffondere in tempo reale l’evoluzione de prezzi, raccogliere gli ordini presso gli investitori e trasmetterli agli operatori in asta. Tra gli svantaggi attribuibili a un’asta continua il più rilevante è costituito dall’impossibilità di disporre di un unico prezzo che soddisfi per intero la domanda e l’offerta in quanto, i prezzi si formano in via continuativa all’affluire degli ordini degli operatori. Si hanno, pertanto, più prezzi per ciascun titolo e la loro qualità risulta senz’altro inferiore a quella del prezzo di equilibrio che scaturisce dall’asta a chiamata poiché è probabile che i prezzi possano subire fluttuazioni anche rilevanti a seconda dell’evoluzione momentanea dei flussi di domanda e offerta. In entrambi i mercati ad asta il problema maggiore è comunque rappresentato dalla liquidità del mercato medesimo; infatti, diversamente da quanto accade in un mercato di dealer, non vi è la certezza che le quantità domandate e offerte all’asta e i

Anteprima della Tesi di Massimo Speltri

Anteprima della tesi: Insider trading ed efficienza dei mercati finanziari. L'impatto dell'evoluzione della normativa di riferimento in Italia., Pagina 12

Tesi di Laurea

Facoltà: Economia

Autore: Massimo Speltri Contatta »

Composta da 251 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 6119 click dal 03/09/2004.

 

Consultata integralmente 39 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.