Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Comunicazione e promozione di Marketing nell'era digitale

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

17 Figura 2: Matrice di Ansoff Nuovo Sviluppo del mercato Diversificazione Mercato Esistente Penetrazione del mercato Sviluppo del prodotto Esistente Nuovo Prodotto Ma cosa significa essere intelligenti? Per B. Liautaud sviluppare una Business Intelligence a livello d’impresa significa “trasformare i dati grezzi in informazioni utilizzabili, e distribuire e condividere queste informazioni con tutti i dipendenti, i funzionari e i dirigenti, creando così una conoscenza collettiva della propria impresa” 33 . Tale ragionamento si basa sulla fondamentale distinzione tra dati ed informazioni: i primi derivano da semplici rilevazioni che annotano i fenomeni in modo grezzo ed elementare; le seconde scaturiscono dai primi, per mezzo di procedure attraverso le quali i dati grezzi vengono classificati, schematizzati, filtrati e studiati in modo da poterne estrapolare quei significati nascosti ai quali attribuiamo, appunto, il significato di informazione. In altre parole le informazioni sono frutto di un processo d’analisi che consente di dedurre ciò che i dati non raffinati non consentono di cogliere. Oggi le imprese, grazie allo sviluppo delle ICT (di Internet soprattutto) possono avere a disposizione, in maniera veloce ed economica, una quantità di dati tale che trovare sistemi adatti alla loro elaborazione diviene una necessità inderogabile per ognuna di loro: trasformare queste unità grezze in informazioni utili permette di acquisire quella profonda conoscenza del cliente indispensabile per comprendere quali sono le leve più importanti sulle quali agire per catturarne l’interesse e, successivamente, fidelizzarli. Il problema è che spesso questi dati restano inutilizzati e le cognizioni che da essi potrebbero scaturire rimangono un potenziale inespresso; non ci si rende conto che si ha a che fare con una variabile strategica in grado di fare la differenza tra un‘impresa di successo ed una destinata al fallimento e quella che potrebbe rappresentare un’occasione per conquistare posizioni di preminenza su un mercato non ancora pienamente cosciente dell’importanza di un tale approccio, non viene sfruttata. Operare in modo intelligente significa non solo comprendere che nell’economia dei giorni nostri l’informazione è regina e padroneggiarla è un imperativo inderogabile, ma anche diffonderla tra tutti i soggetti coinvolti nei processi aziendali, in modo tale da creare una conoscenza collettiva a livello d’impresa che costituirà il terreno sul quale modellare decisioni coerenti e consapevoli. Il Web rappresenta sicuramente il canale più importante attraverso cui sviluppare una business intelligence: da una parte perché offre alle organizzazioni la possibilità di raccogliere quantità notevoli di dati sfruttando i contatti che, attraverso il sito aziendale, 33 Liautaud B. (2001) “e-Business Intelligence” - Apogeo, Milano

Anteprima della Tesi di Andrea Pirroni

Anteprima della tesi: Comunicazione e promozione di Marketing nell'era digitale, Pagina 15

Tesi di Laurea

Facoltà: Economia

Autore: Andrea Pirroni Contatta »

Composta da 151 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 14595 click dal 01/09/2004.

 

Consultata integralmente 29 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.