Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Storia e testimonianza: i Mémoires di Philippe de Commynes (1447-1511)

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

INTRODUZIONE conoscere e di scrutare, interrompendo il suo discorso con osservazioni sempre acute e opportune, morali o politiche. Egli ha capito, per esempio, che la guerra è il grande male del tempo suo e che essa non è una soluzione, come pure vede il declino della fede religiosa; ad un’età che ha perduto i suoi ideali, bisogna pertanto sostituire altre regole pratiche di vita: compromessi, negoziati, equilibri di forze. Nemico del potere dispotico, a più riprese si pronuncia a favore di una monarchia coadiuvata nel governo dall’opera degli Stati Generali e dà la preferenza al governo inglese. Moralista di una morale pratica benché non privo di un senso di simpatia e di pietà per gli umili e i poveri, trae dalle massime politiche insegnamento più universale di saggezza umana. Inoltre, credente cattolico, attribuisce a Dio le forze inesplicabili che vengono a mutare gli avvenimenti, nonostante tutte le previsioni e i piani dell’intelligenza umana. Nella visione storica del Commynes, quindi, signoreggia pur sempre, come in quella degli storici e cronisti medievali, la volontà divina, ma l’oggetto specifico del suo interesse è l’uomo e il mondo umano della politica, veduti e raffigurati senza illusioni ed idealizzazioni con una obiettività che mira a cogliere uomini ed eventi senza astratte tipizzazioni o mistificazioni. Sono ad un tempo le memorie di un politico, ricco di consumata esperienza umana e di una persona che ha sentito come poche, alle soglie dell’età moderna, i problemi e i valori della politica; di uno storico di singolare acutezza e maturità di giudizio, capace di intendere i grandi problemi ed eventi del suo tempo e di valutarne la genesi e i riflessi, prossimi o remoti. Il giudizio che egli ha recato su di loro e, in particolare, sulla lotta tra Luigi XI e Carlo il Temerario, sull’opera di Luigi XI e sulla spedizione d’Italia di Carlo VIII, ha finito, nella maggior parte dei casi, con l’imporsi anche ai posteri: il cui giudizio rimane anche oggi, dopo tanti studi e ricerche, sostanzialmente il suo. Queste memorie costituiscono, quindi, una delle opere capitali della storiografia moderna, tanto per le novità che per molti aspetti rappresentano, 11

Anteprima della Tesi di Laura Lago

Anteprima della tesi: Storia e testimonianza: i Mémoires di Philippe de Commynes (1447-1511), Pagina 7

Tesi di Laurea

Facoltà: Giurisprudenza

Autore: Laura Lago Contatta »

Composta da 180 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 1532 click dal 27/09/2004.

 

Consultata integralmente una volta.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.