Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Le metafore culinarie nella narrativa di Salman Rushdie

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

headed monsters. E’ questo il tentativo di annientamento della memoria storica: la lotta contro gli agenti esterni è molto dura, qualcosa è andata perduta, ma qualcos’altra si acquista. Saladin perde le proprie sembianze acquistando un’altra identità: “to be reborn, first you have to die.” ( The Satanic Verses, p. 6). Quando Rushdie si accinge a scrivere Midnight’s Children, il suo obiettivo è quello di ricostruire un passato pieno di luci, di colori e non monocromatico come quello di una vecchia foto. Perseguitato da un forte senso di perdita e di vuoto, è alla ricerca proustiana del passato perduto, di quelle gioie e dolori più grandi che vissuti in quel momento sembrano indimenticabili, si dileguano sin da quando la causa che li aveva provocati sparisce; sono le intermittenze del cuore a far ritrovare loro la verità di emozioni di un tempo. Il passato può diventare presente, può essere richiamato alla mente solo grazie ai processi sinestetici, di associazioni analogiche tra sensazioni diverse come gli odori, la vista, l’udito, di cui si avvale anche la metafora. La sinestesia, figura retorica, come l’archeologo che porta alla luce reperti e frammenti logorati nel tempo, riesce a far

Anteprima della Tesi di Elisa Faiulo

Anteprima della tesi: Le metafore culinarie nella narrativa di Salman Rushdie, Pagina 9

Tesi di Laurea

Facoltà: Lettere e Filosofia

Autore: Elisa Faiulo Contatta »

Composta da 140 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 1787 click dal 08/09/2004.

 

Consultata integralmente una volta.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.