Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Heidegger e l'abitare poetico

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

18 Capitolo 4 Le cose I mortali, dunque, abitano nella maniera della salvaguardia del Geviert nella sua essenza. Ma dove mettono al riparo (verwahren), i mortali, l’essenza del Geviert? Perché salvaguardare vuol dire custodire, e ciò che è preso in custo- dia deve essere messo al riparo. Come portano a compimento, cioè, i mortali, l’abitare inteso come salvaguardare? L’abitare, dice Heidegger, è già sempre un soggiornare presso le cose. «L’abitare come salvaguardare nella cura mette al riparo il Geviert in ciò pres- so cui i mortali soggiornano: nelle cose.» 1 Queste, però, avverte Heidegger, danno riparo al Geviert solo quando esse stesse vengono lasciate essere nella loro essenza di cose. Ciò avviene nella misura in cui i mortali custodiscono e curano le cose che crescono ed erigono in modo appropriato quelle che non crescono. Sorgono, a questo punto, due domande: 1. Qual è l’essenza delle cose? 2. Cosa significa «erigere in modo appropriato»? Per rispondere a queste domande ci serviremo, oltre che della già citata conferenza del 1951, delle conferenze su La cosa (1950) e su La questione della tecnica (1953), anch’esse raccolte nel libro Saggi e discorsi. Che cos’è, dunque, una cosa? Serva alla nostra meditazione, dice Heideg- ger, come esempio, un ponte. Esso si inarca «leggero e forte» sopra il fiume. 1 Vorträge und Aufsätze, cit., p. 145. Sul senso di questo «presso», da collegare all’«an» di «wunian» (v. cap. I Quattro), ritorneremo nel prossimo capitolo. Per quanto riguarda il significato «etico» del soggiornare dei mortali presso le cose, cfr. il capitolo Teor-etica.

Anteprima della Tesi di Gennaro Senatore

Anteprima della tesi: Heidegger e l'abitare poetico, Pagina 14

Tesi di Laurea

Facoltà: Lettere e Filosofia

Autore: Gennaro Senatore Contatta »

Composta da 157 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 6226 click dal 08/09/2004.

 

Consultata integralmente 8 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.