Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Luoghi di transito come luoghi di permanenza - Comunicazione innovativa negli spazi del trasporto: un progetto per Tokyo

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

6 comunicazione merci, segni e persone – al contrario dovrebbe riuscire ad usare strumenti anche molto diversi fra loro, sotto il comune denominatore dell’obiettivo di studio che ci si prefigge di scandagliare. Una necessità questa che, se valida in molti campi del sapere, risulta essere decisamente fondamentale per affrontare lo studio dello spazio. Per quale ragione lo spazio occupa una posizione tanto centrale? Esso è elemento complesso perché non solo è insieme di coordinate geografiche – oggettive e quantificabili – ma soprattutto è materia sociale e culturale, quindi malleabile e modificabile. In esso si trovano a convivere due approcci alla materia, uno simbolico-rappresentativo che tende a modellarla da un punto di vista culturale, e uno invece fisico- costruttivo, che la modifica dal punto di vista delle sue caratteristiche fisiche. Assieme, si tratta di due processi da sempre attivi, allorché l’uomo ha iniziato a considerare lo spazio come “suo spazio”, luogo deputato ad accoglierlo e pertanto modificabile, secondo usi e necessità umane. La questione si rende inoltre più articolata nel momento in cui si cerchi di restituire un quadro del panorama attuale; lo spazio, una volta abitato, assume caratteristiche precise che differenziano ogni sua porzione (nasce il concetto culturale-sociale di “luogo”) e la rendono significativa perché inter-sistemica, facente parte di un insieme spaziale più largo e in grado di organizzare geograficamente e culturalmente le parti rispetto al tutto e le parti fra loro. La città è, in prima istanza, organizzazione di luoghi con caratteristiche proprie (identità del luogo) e comuni fra loro (identità urbana). Essa, nascendo da esigenze aggregative, economiche e protettive, si fonda su un patto sociale che le conferisce anche l’identità, la storia e la tradizione. Oltre che una forma. La difficoltà di approfondire un discorso coerente in merito alla città deriva appunto dalla necessità costante di incrociare la forma della città nello spazio fisico e la forma della città nello spazio culturale. Per non

Anteprima della Tesi di Marcello Rinaldi

Anteprima della tesi: Luoghi di transito come luoghi di permanenza - Comunicazione innovativa negli spazi del trasporto: un progetto per Tokyo, Pagina 2

Tesi di Laurea

Facoltà: Scienze della Comunicazione e dello Spettacolo

Autore: Marcello Rinaldi Contatta »

Composta da 515 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 2696 click dal 10/09/2004.

 

Consultata integralmente 3 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.