Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Problematiche gestionali delle imprese di produzione cinematografica

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

IV produttori è forse ciò che, alla luce delle oggettive difficili condizioni in cui si è costretti ad operare, permette di produrre ancora cinema italiano la professionalizzazione degli operatori potrebbe essere una strada per il superamento di molti e rilevanti problemi legati a questa tanto particolare industria. Il cinema italiano, seppure continuino ad essere lanciati messaggi di ripresa, sta in realtà vivendo un momento di crisi. Una crisi che in particolare investe l’impresa, stante la crescente impossibilità da parte degli operatori di poter gestire le proprie aziende nella certezza di operare in un mercato dove c’è un reale, allargato e concorrenziale spazio per ogni tipologia di prodotto, in particolare per il film italiano. Nella speranza che i necessari interventi non tardino a prendere finalmente forma, speriamo che il cinema italiano, reduce da recenti e importanti riconoscimenti internazionali e forte di una ricca tradizione culturale ed artistica, riesca a riconquistare quella dignità e successo che, nei decenni passati, lo aveva reso una delle cinematografie più importanti del panorama internazionale.

Anteprima della Tesi di Valentina Crimi

Anteprima della tesi: Problematiche gestionali delle imprese di produzione cinematografica, Pagina 4

Tesi di Laurea

Facoltà: Economia

Autore: Valentina Crimi Contatta »

Composta da 233 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 6146 click dal 10/09/2004.

 

Consultata integralmente 22 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.