Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Dalle subculture alle idioculture

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

9 tra gli aspetti concreti e quelli più astrattamente generali, non solo nei procedimenti interiori delle proprie menti, ma con il supporto di ciò che è collettivamente conosciuto. Ciò in quanto, ovviamente, le microculture non hanno a che fare solo con la messa in circolazione delle particolarità. Consentono, piuttosto, una trasformazione socialmente riconosciuta di ciò che sarebbe pettegolezzo, da un lato, e filosofia, dall’altro: ossia, il radicamento del generale nello specifico del faccia a faccia. La visione delle sottoculture, nel contesto dell’insieme più ampio, suggerisce che esse si relazionano l’una nell’altra in diversi modi. Possono, ad esempio, incrociarsi in uno stesso individuo, o possono anche rispecchiarsi a vicenda. Così come le prospettive in generale sono, in gran parte, prospettive di altre prospettive, le subculture tendono ad essere prospettive collettivizzate di tante prospettive. Esistono sottoculture che sono, principalmente, orientate al proprio interno, verso il proprio angolo; dove ciò si verifica le persone coinvolte si occupano soprattutto di trattare significati che riguardano esclusivamente le attività interne al gruppo. Ma ne esistono anche altre che si rivolgono maggiormente verso l’esterno, originando una continua riflessione critica su di un qualche Altro. Molte, addirittura, si trovano nel mezzo di queste due dimensioni. Incontrando alternative tra le subculture collegate ai loro orizzonti, le persone possono aderire ancora di più alle proprie prospettive, oppure possono muoversi in modo ambivalente ed opportunistico tra fazioni opposte, o intraprendere un processo di conversione culturale. Assumere posizione rispetto alle altre sottoculture all’interno del proprio orizzonte, evidenziando contrasti e somiglianze, può essere un modo per affinare di riflesso i contorni della propria. Per esempio, i gruppi etnici, le classi,…esibiscono reciprocamente differenza culturale e ciò, che sia o meno fondato, acuisce le distinzioni sociali e ostacola l’interazione, ma allo stesso tempo rafforza la coesione interna al gruppo. Se, infatti, si vedono gli altri giocare una partita diversa, con regole differenti, i confini sociali si rafforzano e gli stereotipi aumentano.

Anteprima della Tesi di Sabina Moscati

Anteprima della tesi: Dalle subculture alle idioculture, Pagina 6

Tesi di Laurea

Facoltà: Scienze Politiche

Autore: Sabina Moscati Contatta »

Composta da 256 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 4978 click dal 10/09/2004.

 

Consultata integralmente 11 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.