Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

La crisi del calcio italiano: dal caso Lentini al decreto salva-calcio

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

5 provenienti dai Paesi membri dell’Unione e gli “sbarramenti” si limitano ai calciatori extracomunitari. La UEFA, la federazione calcistica europea, si sentiva quindi costretta a rivedere le norme che regolavano il trasferimento dei calciatori da una squadra all’altra. Lo stesso avveniva per le varie federazioni nazionali tra cui la FIGC, che, in particolare, aboliva le indennità di preparazione e promozione, meglio conosciute come “parametri” e cioè la norma secondo la quale un giocatore in scadenza di contratto cambiava maglia la società acquirente era obbligata a riconoscere al venditore un indennizzo, calcolato sulla base di alcuni criteri economici fissati dalla FIGC stessa, tra cui l’età del calciatore e l’ammontare del suo ingaggio. La sentenza Bosman aboliva questo sistema macchinoso creando una vera e propria rivoluzione nel calcio italiano che si faceva trovare decisamente impreparato. I bilanci già negativi di molti club subivano un colpo durissimo in quanto, nel calcolare il valore patrimoniale dei giocatori, tutte le società avevano tenuto conto dell’indennizzo da incassare al momento della vendita; per effetto dei “parametri” era quindi possibile risparmiare sugli ammortamenti. La Covisoc, l’organo federale di controllo sulla gestione delle squadre (tema di discussione del prossimo paragrafo) aveva raccomandato di basarsi sull’effettiva durata dei contratti senza considerare gli indennizzi, ma molti presidenti non ascoltavano il consiglio e andavano incontro ad ulteriori perdite di decine di miliardi di lire.

Anteprima della Tesi di Federico Valdambrini

Anteprima della tesi: La crisi del calcio italiano: dal caso Lentini al decreto salva-calcio, Pagina 9

Tesi di Laurea

Facoltà: Scienze Politiche

Autore: Federico Valdambrini Contatta »

Composta da 161 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 8560 click dal 13/09/2004.

 

Consultata integralmente 7 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.