Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

I fondi comuni di investimento immobiliari

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

Introduzione 3 Nel primo capitolo verrà illustrato il processo legislativo che ha caratterizzato lo strumento dei fondi comuni di investimento immobiliari in Italia, preceduto da un breve escursus storico della volontà del legislatore di disciplinare la materia e delle motivazioni che ne hanno ritardato l’ingresso avvenuto, in seguito, con la legge istitutiva n. 86 del 25 gennaio 1994. Il quadro normativo fissato dalla legge su indicata è stato poi modificato con l’approvazione del Decreto Legislativo 58/1998, noto come Testo Unico della Finanza, che ha provveduto, insieme ai propri regolamenti attuativi, a riscriverne integralmente la normativa in materia. Con il D.L. 351 del 25 settembre 2001, convertito in legge 23 novembre 2001, n. 410, è stata avviata una profonda riforma della disciplina civilistica e fiscale dei fondi immobiliari, volta a superare i fattori di rigidità e di penalizzazione che sino ad allora ne avevano frenato lo sviluppo. Il legislatore, con tale provvedimento, ha voluto perseguire la finalità di accrescere l’interesse degli investitori nei confronti di questa categoria di prodotti, oltre a quella di favorire il processo di dismissione del patrimonio immobiliare pubblico e l’emanazione del D.M. 47 del 31 gennaio 2003 costituisce l’occasione per una prima ricognizione delle novità introdotte. Nello stesso capitolo verranno analizzate anche le disposizioni tributarie, previgenti e quelle tuttora in vigore, applicabili ai fondi immobiliari di diritto italiano e verrà, inoltre, trattato il fondo immobiliare costituito mediante apporto pubblico, per il quale è stata dettata un’apposita disciplina. Nel secondo capitolo si parlerà del fondo immobiliare e verranno evidenziati tutti gli aspetti utili per una buona conoscenza delle caratteristiche di questo nuovo strumento finanziario. Verranno esaminati gli aspetti operativi, strutturali e il funzionamento di un tipico fondo chiuso, che costituisce, attualmente, la forma più diffusa nel nostro Paese e si

Anteprima della Tesi di Gemma Cannello

Anteprima della tesi: I fondi comuni di investimento immobiliari, Pagina 3

Tesi di Laurea

Facoltà: Economia

Autore: Gemma Cannello Contatta »

Composta da 172 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 9621 click dal 13/09/2004.

 

Consultata integralmente 41 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.