Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Le comunità montane: esperienze e prospettive

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

4 CAPITOLO PRIMO La legislazione sulla montagna dall’inizio del secolo XX alla approvazione della legge n. 1102/1971. 1. Legislazione sulla montagna: dall’inizio del secolo XX al periodo fascista. Sin dai primi anni del novecento, a causa del crescente sviluppo urbano ed industriale verificatosi nel nostro paese, si è manifestata l’esigenza di ridefinire in modo più organico ed efficace l’assetto del territorio ed in particolar modo, almeno in un primo momento, l’assetto del sistema idraulico-forestale dei territori montani. Dopo numerose proposte di riforma ed ancor più numerosi provvedimenti isolati e non riconducibili ad un piano organico, si perviene all’approvazione nel 1910 della legge n.277, cosiddetta legge Luzzatti, la quale dispone l’istituzione, presso il Ministero dell’agricoltura, della direzione generale delle foreste e del Consiglio superiore delle acque e delle foreste. Tale legge è importante, dal punto di vista giuridico, non tanto per ciò che dispone a livello d’interventi concreti sul territorio (in ogni caso

Anteprima della Tesi di Raffaele Mariano

Anteprima della tesi: Le comunità montane: esperienze e prospettive, Pagina 4

Tesi di Laurea

Facoltà: Scienze Politiche

Autore: Raffaele Mariano Contatta »

Composta da 202 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 2332 click dal 21/09/2004.

 

Consultata integralmente 23 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.