Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

L'automobile nel cinema di Martin Scorsese

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

1 Introduzione L’automobile percorre e attraversa la filmografia di Martin Scorsese. Si presenta, di volta in volta, assumendo valori forti e caratteristiche peculiari. L’automobile appare sullo schermo come personaggio, come testimone, come vero e proprio soggetto scopico, non si presenta mai come mero mezzo di trasporto. Si connota immediatamente quale spazio, luogo ben determinato, autonomo ma comunque dipendente dall’esterno, ambiente che accoglie, racchiude, separa. L’auto corre tra i film di Scorsese mostrandosi in tutta la sua polivalenza, incarnando simboli ogni volta diversi e comunque rilevanti. Prima di ogni altra cosa l’automobile ha da condividere molto con il cinema. A ben guardare, cinema e automobile si fondano su un medesimo principio: il movimento. Entrambi si nutrono del movimento, entrambi rispondono al bisogno di movimento insito nell’uomo. Auto e cinema fanno del movimento il loro scopo fondante fino quasi a contemplarlo quale fine ultimo e supremo: il movimento fine a se stesso. Ambedue le macchine (cinema e auto) nascono nello stesso arco di anni e diventano miti del Novecento. Modificano la percezione visiva, ampliano le possibilità dello sguardo, forniscono lo spettacolo della visione. In questo senso, nascono dalla stessa materia dei sogni, offrono entrambi una fuga onirica. Schermo cinematografico e vetro del parabrezza permettono alle immagini di sfilare (e defilare), accogliendo lo spettatore-guidatore nelle poltrone-sedili, costruendo mondi possibili e universi paralleli. Nei film di Martin Scorsese qui analizzati (Taxi Driver, Quei bravi ragazzi, Casino’) l’auto diventa ogni volta luogo deputato di una qualche ‘devianza’.

Anteprima della Tesi di Lorena Adami

Anteprima della tesi: L'automobile nel cinema di Martin Scorsese, Pagina 1

Laurea liv.I

Facoltà: Scienze della Comunicazione

Autore: Lorena Adami Contatta »

Composta da 59 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 3469 click dal 16/09/2004.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.