Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

La pianificazione partecipativa: teorie e tecniche. Un esempio di integrazione di diversi strumenti: GioCoMo.

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

Capitolo 1 – LA DEMOCRAZIA - 13 - All’incirca nello stesso periodo in cui apparve e si sviluppò la 'demokatia' nelle pòleis greche, in Italia, e precisamente a Roma, nacque la 'repubblica' (509 a.C.), strutturata anch’essa in un’assemblea popolare, formata in questo caso da comizi centuriati, il cui compito era eleggere i magistrati supremi, e approvare o respingere le leggi da loro proposte. A dispetto del suo significato in latino ("cosa che appartiene al popolo"), questa forma di governo permise soltanto ai capi delle famiglie più antiche e nobili della città di accedere alle cariche più elevate dello Stato. Ciò condusse, ovviamente, ad uno scontro politico e sociale tra coloro che, essendone esclusi, volevano conquistare l’accesso al governo (i plebei) e coloro che invece volevano mantenere il potere per sé (i patrizi). Dopo due secoli, questi conflitti si risolsero progressivamente a favore della classe sociale meno privilegiata, dapprima con l’istituzione dei tribuni militari (445-444), poi con l’accesso al consolato (367) e infine con il riconoscimento della validità dei plebisciti anche per i patrizi (287 a.C.). Con la trionfale espansione militare, che rese Roma padrona indiscussa del Mediterraneo, l’impero si trovò in una situazione analoga a quella greca: le istituzioni politiche si rivelarono inadeguate a gestire un territorio sempre più vasto e una popolazione in continua crescita. L’analogia tra Atene e Roma prosegue con la crisi degli ideali democratici e repubblicani: nella prima ciò fu determinato dal dominio oligarchico di Sparta e di Filippo di Macedonia, mentre nella seconda, grandi generali e uomini politici (tra tutti Cesare), approfittando dei contrasti tra senatori e cavalieri, e della crisi economica e produttiva causata dal prolungarsi delle campagne militari, riuscirono ad instaurare dei regimi monarchici (dal I secolo a.C.), mantenendo intatte le istituzioni repubblicane solo dal punto di vista formale.

Anteprima della Tesi di Cinzia Rinzafri

Anteprima della tesi: La pianificazione partecipativa: teorie e tecniche. Un esempio di integrazione di diversi strumenti: GioCoMo., Pagina 10

Tesi di Laurea

Facoltà: Architettura

Autore: Cinzia Rinzafri Contatta »

Composta da 163 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 3325 click dal 17/09/2004.

 

Consultata integralmente 7 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.