Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

16 - 17 giugno 1953: la rivolta operaia di Berlino-Est

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

I. - INTRODUZIONE 15 Le tre potenze occidentali rafforzarono la propria volontà al non procedere al ritiro delle proprie forze di occupazione in caso di costituzione di uno stato tedesco comprendente le loro rispettive zone. La Francia si era quindi mostrata disposta a cedere sulla già ricordata questione della Ruhr, quindi sul punto fondamentale del proprio disappunto rispetto a USA e Gran Bretagna; un altro evidente rafforzamento dei nuovi equilibri. Forti ripercussioni avrebbe avuto anche la riforma monetaria che i tre alleati occidentali sostenevano, in quella che potremmo definire adesso come Trizona. Il 18 giugno 1948 venne annunciata suddetta riforma e il ventunesimo giorno dello stesso mese prese corso legale la nuova valuta. “Politicamente, la riforma segnò la fine dell’interregno apertosi con la sconfitta del nazismo e il ritorno in scena delle vecchie forze conservatrici…”. 17 La realizzazione della riforma monetaria nelle tre zone occidentali, suscitò le collere di Stalin il quale reagì dando ordine di immettere in tutti e quattro i settori di Berlino quello che di fatto era ormai diventato il marco orientale; in risposta a ciò, il 23 giugno, la nuova valuta tedesco-occidentale fu immessa anche nei settori occidentali di Berlino. Il giorno dopo l’Unione Sovietica, e con essa i paesi del blocco orientale, prendevano posizione contro le decisioni della II Conferenza di Londra. Venne applicato un nuovo blocco del traffico a Berlino che durò questa volta fino al maggio 1949. … il fatto stesso che Stalin si limitasse in un primo tempo a minacciare, anziché passare immediatamente all’azione, in un momento in cui il progetto di uno Stato dell’Ovest incontrava visibilmente difficoltà, induce largamente a pensare che l’inglobamento di Berlino nello Stato orientale non era propriamente 17 Collotti, Storia delle due Germanie, cit., p. 130.

Anteprima della Tesi di Marco Campisano

Anteprima della tesi: 16 - 17 giugno 1953: la rivolta operaia di Berlino-Est, Pagina 13

Tesi di Laurea

Facoltà: Lettere e Filosofia

Autore: Marco Campisano Contatta »

Composta da 198 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 2152 click dal 20/09/2004.

 

Consultata integralmente 6 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.