Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

16 - 17 giugno 1953: la rivolta operaia di Berlino-Est

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

I. - INTRODUZIONE 9 fusione fra la zona britannica e quella americana. Dato che gli americani avevano deciso di intraprendere un rapido e progressivo trasferimento dei poteri amministrativi e di governo ai tedeschi e di riattivare la potenza industriale tedesca, non fu difficile coinvolgere i cugini inglesi, incapaci di fronteggiare economicamente gli oneri dell’occupazione, nella realizzazione di una Bizona. 5 Così avvenne che il 2 dicembre 1946 Ernest Bevin e James Francis Byrnes, ministri degli Esteri rispettivamente di Inghilterra e USA, stipularono un accordo sull’unificazione economica delle due zone a partire dal 1° gennaio 1947. Dalla “unità bizonale” derivò la necessità di ristrutturare l’architettura amministrativa locale. La costituzione di comitati amministrativi anglo-americani (come l’Executive Joint Committees, per le competenze economiche) affiancati da organismi tedeschi, divenne il nuovo assetto istituzionale. Proprio l’istituzione di organi amministrativi superiori tedeschi quali il Wirtschaftsrat (Consiglio Economico) ed il Verwatungsrat (Comitato Esecutivo) predisposero così un minimo di ripresa dell’attività parlamentare. Dopo il fallimento della conferenza di Londra dei quattro ministri degli Esteri (25 novembre - 15 dicembre 1947) si rafforzò il carattere di trasformazione impresso dalla nascita della Bizona. Da lì a poco vennero create: il Länderrat, cioè una Camera sulla base della pari rappresentanza federale, (un’anticipazione del Bundestag della futura Repubblica federale tedesca); l’Alta Corte economica per la Bizona (Obergricht für das vereinigte Wiertschaftsgebiet) e venne infine costituita una banca centrale con funzione di emissione (Bank deutscher Länder). Venne così di fatto 5 Il progetto degli americani era stato rivolto anche ai sovietici ed ai francesi. Entrambi rifiutarono l’offerta: i primi perché intravedevano in questa operazione un’espansione dell’egemonia americana e i secondi per il timore di ricostituire un’amministrazione tedesca centralizzata e pronta a possibili conflitti sulla linea di confine fra i due stati (oltre che escludere definitivamente le speranze francesi sullo sfruttamento internazionale controllato della Ruhr e della Saar).

Anteprima della Tesi di Marco Campisano

Anteprima della tesi: 16 - 17 giugno 1953: la rivolta operaia di Berlino-Est, Pagina 7

Tesi di Laurea

Facoltà: Lettere e Filosofia

Autore: Marco Campisano Contatta »

Composta da 198 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 2152 click dal 20/09/2004.

 

Consultata integralmente 6 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.