Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

William James, filosofo della libertà

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

7 Lo swedenborgianesimo aveva bisogno di un programma sociale e il fourierismo aveva bisogno di una fondazione religiosa e metafisica 25 . Henry James, come abbiamo già visto, non riusciva a concepire una visione individualistica dell’uomo e della sua possibile salvezza; Fourier non solo sembrava offrire buone ricette per un radioso avvenire, apparentemente scientifico, egli attirava l’interesse di Henry James per due motivi fondamentali: l’attenzione per la solidarietà sociale e l’idea che l’uomo fosse innocente. Henry James cominciava dunque ad avere un pensiero autonomo, per quanto abbastanza confusionario, proprio nel periodo in cui le sue teorie potevano farsi immediatamente pratica, nell’educazione dei propri figli. 1.1.3 Europa, ‘terra d’educazione’ Il padre di William cercò per tutta la vita di evitare gli errori commessi dal proprio padre. naturalmente la sua conoscenza di Fourier e di Swedenborg, insieme con la sua esperienza “mistica” provata in Inghilterra, ne influenzarono il pensiero. I capisaldi della sua pedagogia erano: libertà, spontaneità e amore. 26 . Possiamo certamente dire che il padre di William James fu un genitore premuroso e dedito all’educazione dei propri figli in una misura decisamente inusuale 27 , soprattutto considerando la sua classe d’appartenenza e l’epoca in cui visse. Come abbiamo visto, Henry James non si lasciò prostrare dalla sua invalidità e, grazie alla sua tenacia e all’aiuto costante della moglie, passò una vita sempre in movimento, sia all’interno degli Stati Uniti d’America che all’estero; proprio all’estero egli ‘affidò’ le sue più profonde speranze: la riuscita come scrittore e l’educazione dei propri figli. William James compì la sua prima attraversata atlantica alla tenera età di due anni circa; come vedremo, questo sarà solo il primo di una lunga serie di viaggi nel Vecchio Continente: Henry James infatti, non solo non voleva separarsi per nessun motivo dalla sua famiglia: egli riteneva che solo in Europa i propri figli avrebbero ricevuto un’ottima educazione in un clima sociale e culturale equilibrato. Sono molte le biografie che riportano minuziosamente gli spostamenti dei James dagli anni ’40 all’inizio degli anni ’60 e ciò che salta subito agli occhi, leggendo queste pagine, è l’incredibile numero di traslochi e di spostamenti che Henry James fu capace di imporre alla sua famiglia i . 25 Ivi, p. 32. 26 G. W. Allen, op. cit. p. 21 27 James decise di educare i propri figli in una maniera non convenzionale [...] L. Simon, op. cit., p. 44. , p. 21.

Anteprima della Tesi di Federico Riva

Anteprima della tesi: William James, filosofo della libertà, Pagina 9

Tesi di Laurea

Facoltà: Lettere e Filosofia

Autore: Federico Riva Contatta »

Composta da 510 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 4308 click dal 21/09/2004.

 

Consultata integralmente 5 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.