Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Un protocollo MAC multicanale per reti wireless ad-hoc

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

2.3. Bluetooth 17 Figura 2.6: Diagramma degli stati di Bluetooth non richiedono sincronizzazione si utilizzano link ACL. Il livello Base- band amministra tra l’altro anche le fasi di Inquiry edipaging ossia le procedure iniziali del protocollo che permettono ad un host di entrar a far parte di una piconet. Il diagramma in figura 2.6 mostra gli stati che un host può assumere durante il suo ciclo di vita. Gli stati principali so- no standby e connection; gli altri rappresentano condizioni temporanee e vengono impiegati ad esempio durante l’aggiunta di un nuovo nodo nella piconet. . Lo stato di default di un dispositivo Bluetooth è standby in cui tutte le attività sono ridotte al minimo, limitando così il consumo energetico. Si supponga che un host H A abbia interesse ad associarsi ad una piconet, o più in generale, che desideri scoprire se nel suo raggio d’azione ci sono altri dispositivi Bluetooth. H A passa di conseguenza nel-

Anteprima della Tesi di Stefano Massera

Anteprima della tesi: Un protocollo MAC multicanale per reti wireless ad-hoc, Pagina 15

Tesi di Laurea

Facoltà: Scienze Matematiche, Fisiche e Naturali

Autore: Stefano Massera Contatta »

Composta da 174 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 2187 click dal 17/09/2004.

 

Consultata integralmente 2 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.