Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Il “patteggiamento” dopo la Legge n. 134 del 2003

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

7 Ne consegue che a designare queste procedure alternative sembrano adatte altre formule, quali “procedimenti semplificati”, “procedure acce- lerate” o “abbreviate”, “riti alternativi”, tutte formule meglio rispondenti alle loro finalità. Alcuni autori 9 hanno rilevato che la qualificazione “speciali” data ai procedimenti in discorso non fa riferimento ad una deroga ai principi fondamentali del nuovo processo, quali la separazione tra le funzioni processuali o il principio del contraddittorio: il termine, invece, sempre secondo questa tesi, attiene alla semplificazione delle forme, tanto che è invalso l’uso di indicarli con l’espressione di procedimenti semplificati 10 . Caratteristica comune a questi istituti, quindi, è la semplificazione delle forme rispetto alle fasi del procedimento ordinario, nel senso che può mancare l’una o l’altra di esse 11 . Omettono, invero, l’udienza preliminare anticipando la fase dibatti- mentale, il giudizio direttissimo e quello immediato (riti anticipatori); escludono il dibattimento, invece, il giudizio abbreviato, l’applicazione della pena su richiesta delle parti (riti deflattivi). 9 V. GIUSTOZZI, I procedimenti speciali, in FORTUNA- DRAGONE- FASSONE- GUSTOZZI, Nuovo manuale pratico del processo penale, Padova, 2002, 741. 10 Per considerazioni sulla nozione di specialità v. ORLANDI, I procedimenti speciali, in CONSO- GREVI, Compendio di procedura penale, Padova, 2002, 553 ss. 11 Cfr. CONSO, I nuovi riti differenziati tra “procedimento” e “processo”, in Studi in memoria di Pietro Nuvolone, vol. III, Milano, 1991, 137 ss.

Anteprima della Tesi di Rosario Bisicchia

Anteprima della tesi: Il “patteggiamento” dopo la Legge n. 134 del 2003, Pagina 5

Tesi di Laurea

Facoltà: Giurisprudenza

Autore: Rosario Bisicchia Contatta »

Composta da 188 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 8265 click dal 20/09/2004.

 

Consultata integralmente 55 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.