Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Il ruolo delle Organizzazioni Non Governative nel sistema del Tribunale Penale Internazionale per i crimini commessi nel territorio dell'ex Jugoslavia

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

Il ruolo delle ONG nel sistema del TPI per l’ex-Jugoslavia 12 dei diritti umani e il diritto ambientale, fornendo loro tutta la documentazione e il materiale che li aiutino a rispettare gli impegni assunti. Di particolare importanza è, al giorno d’oggi, l’intervento delle Organizzazioni Non Governative nella risoluzione delle dispute internazionali e nella prevenzione e la gestione di queste liti (siano esse esclusivamente fra Stati o coinvolgenti anche singoli individui). Alcune ONG, infatti, non solo hanno cercato di favorire la risoluzione di controversie davanti ad Organismi giurisdizionali già esistenti (partecipando ad esempio come Amicus Curiae ed esponendo così un proprio punto di vista su una data questione che i giudici devono analizzare e risolvere per definire la controversia), ma in alcune occasioni sono intervenute più a monte, per chiedere che tali istituzioni fossero create e per assicurarsi poi che esse potessero effettivamente funzionare e che gli Stati collaborassero con esse, così come è avvenuto, come vedremo in particolare in relazione al Tribunale Penale per l’ex-Jugoslavia, per i due Tribunali ad hoc 11 , ma soprattutto per la Corte Penale Internazionale. Come accennato, è infatti specialmente in quelle Corti penali internazionali che hanno giurisdizione sui singoli individui, che la presenza delle ONG è maggiormente accettata, tanto che alcuni articoli degli Statuti o dei Regolamenti di Procedura e di Prova le menzionano espressamente ed affidano loro delle mansioni ben precise. Di fronte a questa presenza delle ONG all’interno del sistema dei Tribunali Penali Internazionali gli Stati hanno manifestato reazioni differenti: alcuni attori statali ed Organizzazioni Intergovernative hanno riconosciuto l’importanza del lavoro delle ONG e “le hanno quindi incaricate di svolgere delle speciali funzioni nei processi internazionali; ad esempio il loro ruolo è formalmente riconosciuto nei procedimenti davanti al Comitato dei Diritti Umani delle Nazioni Unite o davanti alla Corte Europea dei Diritti dell’Uomo (CEDU). Dall’altro lato, sospetti e a volte aperta ostilità hanno portato gli Stati a intraprendere azioni, anche illegali, contro le ONG (come nel caso dell’affondamento nella Nuova Zelanda della nave di 11 Con questa espressione ci si riferisce al Tribunale Penale Internazionale per l’ex-Jugoslavia e a quello per il Ruanda.

Anteprima della Tesi di Georgia Bertagna Libera

Anteprima della tesi: Il ruolo delle Organizzazioni Non Governative nel sistema del Tribunale Penale Internazionale per i crimini commessi nel territorio dell'ex Jugoslavia, Pagina 12

Tesi di Laurea

Facoltà: Giurisprudenza

Autore: Georgia Bertagna Libera Contatta »

Composta da 260 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 3202 click dal 21/09/2004.

 

Consultata integralmente 5 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.