Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

I numeri sono un'opinione?

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

10 Le contestazioni a Scalfaro a Brescia: 28-05-1994 Alle 10.12 del 28 maggio 1974 una bomba fece scempio in una manifestazione antifascista a Brescia, provocando otto morti e cento feriti. Su quel crimine non fu mai fatta luce, malgrado otto processi. Il Capo dello Stato Oscar Luigi Scalfaro si reca sul luogo della strage, piazza della Loggia, a vent’anni di distanza, per una commemorazione ufficiale. Tab. 1.2 - Le contestazioni a Scalfaro a Brescia Quotidiani Organizzatori Titolo-contenuti Questura il Manifesto - - - la Repubblica - Un centinaio - Corriere della Sera Almeno 200 - - il Giornale - 150 - Il Presidente attraversa due ali di folla fino alla Torre dell’Orologio e si avvicina alla stele di pietra della strage, accompagnato dal sindaco Paolo Corsini, ma a questo punto cominciano i fischi e le contestazioni da parte di un gruppo di autonomi e di sostenitori di Rifondazione comunista. Tra la folla si aprono cinque ombrelli rossi, allineati, con alcune lettere cucite su ognuno di essi: la scritta completa recita “Via il garante dei fascisti”. Si sente ripetere anche: “Con i compagni uccisi tu non c’entri niente, fuori dalla piazza, Presidente” e “Né servi né padroni, no al regime-Berlusconi ”. I contestatori dichiareranno poi di aver voluto “rompere quel clima precostituito di pacificazione che non possiamo accettare”; riferendosi a Scalfaro aggiungono: “Ha legittimato il Governo fascista di Berlusconi”. Alla fine della cerimonia scoppiano tafferugli tra le forze dell’ordine ed i contestatori, venti dei quali vengono fermati. I quotidiani concordano nel porre l’accento su come sia solo una parte della piazza a contestare il Presidente, ma le cifre fornite sono diverse,

Anteprima della Tesi di Emanuele Dequarti

Anteprima della tesi: I numeri sono un'opinione?, Pagina 10

Tesi di Laurea

Facoltà: Scienze Politiche

Autore: Emanuele Dequarti Contatta »

Composta da 152 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 1634 click dal 27/09/2004.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.