Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Orientamenti giurisprudenziali in tema di revocatoria fallimentare delle rimesse bancarie

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

8 Senza entrare troppo dettagliatamente nella questione, che esulerebbe dall’argomento di tale elaborato, bisogna comunque evidenziare che a partire dal 1994, attraverso l’intervento combinato della Banca d’Italia e dell’AGCM (Autorità garante della concorrenza e del mercato), vi è stata una progressiva rielaborazione di tali ‘norme’, al fine di eliminare le clausole ‘squilibrate’ a vantaggio delle banche, e poter così rispettare le direttive ed i regolamenti antitrust emanati a livello comunitario, a cui anche il mercato bancario deve uniformarsi. Ad oggi, più che di N.U.B. bisogna parlare di ‘Condizioni generali relative al rapporto banca-cliente’, la cui ultima stesura (Circ. ABI, serie legale n. 37, 2 novembre 2001) è il frutto di un c.d. ‘tavolo di lavoro’ a cui hanno partecipato l’ABI ed alcune Associazioni dei consumatori; tali condizioni generali di contratto formano un testo nel quale, oltre ad essere stabiliti i principi riferibili ad ogni tipo di rapporto, sono stati disciplinati i principali servizi offerti alla clientela, il tutto con l’obiettivo di perseguire il continuo miglioramento dei servizi offerti.

Anteprima della Tesi di Marco Francesco Sommariva

Anteprima della tesi: Orientamenti giurisprudenziali in tema di revocatoria fallimentare delle rimesse bancarie, Pagina 4

Tesi di Laurea

Facoltà: Giurisprudenza

Autore: Marco Francesco Sommariva Contatta »

Composta da 164 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 4160 click dal 29/09/2004.

 

Consultata integralmente 14 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.