Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Ricerca e provocazione come vie della fabbrica teatrale: il percorso artistico di Steven Berkoff

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

II di aver sacrificato per la vita artistica “la normalità, la possibilità di avere una famiglia con dei figli, la felicità, l’equilibrio necessario per costruire una vita lineare” (Free Association, 75). Cercherò di fare un ritratto del “fenomeno – Berkoff” partendo dalla biografia che ho definito “interessante” per la ricchezza di eventi che hanno caratterizzato la sua vita, dopodiché mi dedicherò alla ricerca delle “sorgenti” del lavoro berkoviano, individuando in Jacques Lecoq ed Antonin Artaud le principali fonti d’ispirazione e non tralasciando le personalità verso cui Berkoff attua un vero e proprio processo di identificazione: Franz Kafka, Edgar Allan Poe, Oscar Wilde, William Shakespeare e i grandi attori inglesi Henry Irving, Edmund Kean e Laurence Olivier. Il passo successivo sarà quello di fare una breve carrellata sulla storia del teatro inglese degli ultimi cinquant’anni focalizzandomi sugli eventi più provocatori avvenuti sulle scene britanniche, per inserire Berkoff in un contesto ben articolato che lo ha sicuramente condizionato; a seguire mi concentrerò sulla personalità dell’attore che “davanti a sé porta scompiglio e dietro si sé lascia lacrime” (Ross 2001, p.7), in costante conflitto con la stampa, con i grandi teatri londinesi e persino con il pubblico. Dopo essermi concentrata su East, uno degli spettacoli più significativi della sua produzione multiforme, tenterò di delineare gli elementi portanti dell’estetica berkoviana nelle sue interpretazioni come attore e soprattutto nelle regie da lui curate, e mi soffermerò sull’importanza della sua ricerca linguistica specialmente come autore di testi drammatici: il sommarsi di tutti questi elementi ci aiuterà a riconoscere la costruzione di un personaggio-Berkoff che si confonde tra vita e arte, votato all’eccesso e al grottesco e il cui diktat sembra essere “Let me play the fool! Certainly one of my commandments in life” (FA, 177).

Anteprima della Tesi di Luisa Ricci

Anteprima della tesi: Ricerca e provocazione come vie della fabbrica teatrale: il percorso artistico di Steven Berkoff, Pagina 2

Tesi di Laurea

Facoltà: Lettere e Filosofia

Autore: Luisa Ricci Contatta »

Composta da 160 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 2630 click dal 05/10/2004.

 

Consultata integralmente una volta.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.