Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Riforma ''Biagi''. Titolo V. Tipologie contrattuali a orario ridotto, modulato o flessibile: lavoro intermittente, ripartito e a tempo parziale.

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

13 indeterminato. Il rischio che si presenta oggi in maniera evidente è quello che l’odierno diritto del lavoro possa finire per l’oscillare, se non adeguatamente, tra l’essere un contenitore vuoto, inefficace e facilmente aggirabile, e l’essere al contrario un ostacolo pesante allo sviluppo del sistema economico e del benessere generale (Amadei 2004). È per questa ragione che la spinta per un ripensamento ampio e globale del sistema delle tutele è diventata sempre più forte negli ultimi anni ed è giunta oggi ad un passaggio fondamentale; peraltro tale ripensamento è in atto in tutti i Paesi dell’Unione Europea e si esprime esplicitamente attraverso le linee guida che costituiscono la Strategia Europea per l’occupazione. Questa strategia si snoda attraverso i due pilastri dell’occupabilità e dell’adattabilità, che sostengono il testo del nuovo mercato del lavoro, a testimonianza dello sforzo che il Governo intende compiere nella direzione indicata, anche se è necessario l’intervento di tutte le parti sociali propositive per vincere la scommessa per cui un sistema flessibile non deve essere anche precario. I temi dell’occupabilità – cioè del rafforzamento della tutela del lavoratore nel mercato del lavoro piuttosto che nel singolo rapporto contrattuale – e dell’adattabilità –cioè della flessibilità del prestatore rispetto alle esigenze imprenditoriali dettate dal loro bisogno di miglioramento costante e di competitività – sono il riferimento costante del progetto di riforma del mercato del lavoro, che si sta cominciando a costruire. In tema di occupabilità, il decreto interviene principalmente attraverso un ampio progetto di riforma degli strumenti di gestione dell’incontro tra domanda ed offerta di lavoro attraverso un implicito riconoscimento delle difficoltà del sistema pubblico attuale – semplicemente rigido e burocratico - di essere garante dell’efficienza e dell’efficacia di tale incontro; conseguentemente la si prevede un’ampia apertura a diversi soggetti – pubblici e privati – per la gestione professionale delle attività riferite all’intermediazione, all’interposizione e alla somministrazione di manodopera. Oltre a ciò si prevede una razionalizzazione degli strumenti di formazione professionale dei lavoratori che costituisce un ulteriore elemento d’intervento finalizzato al miglioramento complessivo dell’occupabilità dei lavoratori. In tema di adattabilità, l’intervento predispone una nuova disciplina incentivante del lavoro a tempo parziale, la creazione di nuove e diverse tipologie contrattuali di lavoro, la

Anteprima della Tesi di Fabio Sacco

Anteprima della tesi: Riforma ''Biagi''. Titolo V. Tipologie contrattuali a orario ridotto, modulato o flessibile: lavoro intermittente, ripartito e a tempo parziale., Pagina 7

Laurea liv.II (specialistica)

Facoltà: Sociologia

Autore: Fabio Sacco Contatta »

Composta da 210 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 8710 click dal 30/09/2004.

 

Consultata integralmente 30 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.