Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

L'insolvenza del gruppo Cirio: profili giuridici

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

17 6. Le operazioni infragruppo e l’impugnazione del bilancio 2001 da parte della Consob. Precisato, dunque, che una delle cause che ha determinato l’insolvenza della Cirio è stata la dichiarata inesigibilità di crediti infragruppo, vale la pena ripercorrere le vicende che hanno portato alla iscrizione in bilancio di tali poste. Sin dal momento in cui il gruppo Cirio è entrato nell’orbita di controllo della C&P, è possibile notare una gestione dinamica dei rapporti infragruppo: già nel 1994, infatti, a pochi mesi dall’acquisizione del controllo del gruppo Cirio da parte della C&P, è avvenuta la cessione da parte della C&P alla Cirio dell’intero pacchetto azionario di ALA e Polenghi Lombardo Spa per circa 280 miliardi di lire. Nel 1997 avviene la cessione, da parte della C&P alla Cirio – Polenghi – De Rica Spa, di una partecipazione pari all’89,97% del capitale sociale della Lazio Spa, con un esborso di circa 85 miliardi di lire. In seguito alla quotazione in borsa (1998), la partecipazione della Cirio nella S.S. Lazio è diventata del 35% circa, ma il controllo appartiene comunque al gruppo, tenuto conto delle partecipazioni di CMI (società correlata) pari al 15, 4 % e di C&P pari al 6,3%. Nel 1999 il controllo pieno della Lazio passa a Cirio in quanto vengono acquistate da Cirio, sempre dalla C&P, le partecipazioni detenute per un valore di circa 132 miliardi di lire. Nel 2001 Cirio Finanziaria cede una quota del 15% del capitale della Lazio a Cirio Holding deconsolidandola 24 . Ma la vicenda più importante fra quelle relative alle operazioni infragruppo è sicuramente quella che vede coinvolte la C&P, la Cirio e la Bombril. 24 Il progressivo deteriorarsi della situazione porta al lancio di un aumento di capitale nel corso del 2003, che non viene sottoscritto dal Gruppo Cirio per la quota di propria competenza in seguito alla sopravvenuta crisi finanziaria, per cui oggi la Lazio è uscita dal perimetro di controllo del Gruppo Cirio, che ne detiene una quota del capitale inferiore al 3%.

Anteprima della Tesi di Aniello Abbate

Anteprima della tesi: L'insolvenza del gruppo Cirio: profili giuridici, Pagina 15

Tesi di Laurea

Facoltà: Giurisprudenza

Autore: Aniello Abbate Contatta »

Composta da 176 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 3271 click dal 01/10/2004.

 

Consultata integralmente 18 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.