Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

L'influsso di Corrado Giaquinto sulla pittura spagnola del XVIII secolo

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

7 Il trionfo della pittura rococò nella Corte durante il regno di Fernando VI. Il regno di Fernando VI (1746-1759) conobbe importanti cambiamenti estetici nella Corte. Gli artisti italiani di orientamento rococò soppiantarono definitivamente i francesi nell’ambito cortigiano; in questo cambiamento e nell’orientamento estetico del re e della sua amata sposa, Barbara di Braganza, ebbe un ruolo il cantante Farinelli, che era giunto alla Corte di Spagna nel 1737. Il divino castrato non solo fu incaricato di tutte le attività musicali della Corte, specialmente delle rappresentazioni operistiche e delle veglie musicali, ma anche si convertì in induttore di molte delle scelte estetiche che si presero durante il regno di Fernando VI, auspicando la venuta di artisti italiani al servizio del Re. Uno di questi fu Giacomo Amigoni (1680- 1752). Salito al trono, il re Fernando VI si trovò a continuare l’opera del padre Filippo V, il quale aveva intrapreso la realizzazione delle opere nel nuovo Palazzo Reale. Qui i lavori procedevano a buon ritmo ed era necessario pensare alla decorazione pittorica. Un’impresa tanto importante ed emblematica doveva raccomandarsi ad un artista distaccato ed esperto nella decorazione a fresco, per cui Farinelli raccomandò il suo amico Amigoni. Questi era un artista itinerante: aveva iniziato in Italia, spostandosi anche in Baviera, Inghilterra e Francia come decoratore ed affermato ritrattista e, dopo aver accumulato una notevole fortuna, aveva aperto un’attività di incisioni nella sua Venezia natale. Amigoni arrivò a Madrid agli inizi del 1748, accompagnato dal suo aiutante e discepolo, Charles Flipart. L’anno 1752 sarebbe stato la chiave per il consolidarsi della pittura rococò in Spagna, con la realizzazione di un ciclo pittorico di prima grandezza

Anteprima della Tesi di Annaclaudia De Mita

Anteprima della tesi: L'influsso di Corrado Giaquinto sulla pittura spagnola del XVIII secolo, Pagina 7

Tesi di Laurea

Facoltà: Beni culturali

Autore: Annaclaudia De Mita Contatta »

Composta da 285 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 1665 click dal 21/10/2005.

 

Consultata integralmente 4 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.