Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Mercato discografico e Internet: risposte strategiche degli operatori del settore

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

11 rappresenta il nucleo centrale di quella realtà che prende il nome di casa discografica. 3 CASE DISCOGRAFICHE ( major e indie) Nell’ universo fonografico la specifica attività di vendita di materiale musicale, si pone come testa d’ariete e come obiettivo principale da raggiungere per gli operatori del settore; ma naturalmente dietro questa operazione esistono attori con funzioni e strategie differenti. La prima e più generale distinzione che si può effettuare è quella tra le cosiddette major e le case indie (indipendenti); differiscono prima di tutto per le dimensioni: nell’ industria fonografica, a livello mondiale, si riscontra un grado di concentrazione elevatissimo, con il predominio incontrastato di cinque imprese multinazionali, (major ndr), che nei diversi contesti geo-economici controllano oltre il 70-80% dei mercati della musica registrata 7 ; queste sono BMG, EMI, SONY MUSIC, UNIVERSAL MUSIC (nata dalla fusione di MCA e Polygram avvenuta nel 1999) e WARNER MUSIC. La tabella seguente raggruppa alcune delle – non necessariamente – etichette minori che fanno parte dei gruppi dei veri e propri big del mercato. A causa delle grandi dimensioni di ognuna di queste cinque case, sono state inserite nella tabella solo le più importanti e rappresentative sussidiarie (una completa elencazione renderebbe necessario citare centinaia di etichette). La parte restante del mercato è popolata da migliaia di piccole imprese (etichette indipendenti), che operano in genere in un ambito geografico definito e più ridotto, con un volume d’ affari minimo e assolutamente non paragonabile ai fatturati delle major. 7 Francesco Silva e Giovanni Ramello, op. cit.

Anteprima della Tesi di Giancarlo Bruno

Anteprima della tesi: Mercato discografico e Internet: risposte strategiche degli operatori del settore, Pagina 8

Tesi di Laurea

Facoltà: Economia

Autore: Giancarlo Bruno Contatta »

Composta da 84 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 7292 click dal 11/10/2004.

 

Consultata integralmente 22 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.