Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Il mercato italiano degli stock futures

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

questi sono concettualmente identici ai primi, ma standardizzati in termini di quantità e scadenze e scambiati su un mercato regolamentato: il mercato dei derivati. 1.1.1 La genesi dei contratti futures dell’era moderna La genesi dei futures contracts dell’era moderna va ricercata soprattutto nei primi anni di contrattazioni della Borsa merci di Chicago, la Chicago Board of Trade ( CBOT ), fondata nel 1848 da 82 mercanti di cereali. Lo sviluppo del Commercio indusse i principali mercanti del settore ad istituire un luogo in cui i compratori e venditori potessero incontrarsi per trattare gli affari. Questi contratti non erano però standardizzati riguardo alla qualità e alla scadenza, e frequentemente capitava che qualche contraente si dichiarasse inadempiente: così, nel 1865 gli ordinatori del CBOT introdussero nel commercio dei cereali esercitato nella Borsa uno schema uniforme di contrattazione con la standardizzazione dei termini, dando così vita al futures contract. Il future contract è perciò un contratto standardizzato riguardo alla quantità, qualità, termine e luogo di consegna della merce, mentre il prezzo costituisce l’unica variabile. Mercanti ed agricoltori avevano capito che i contratti futures li avrebbero protetti dalle future fluttuazioni dei prezzi delle merci acquistate o vendute a pronti. A loro volta, gli speculatori subivano l’attrattiva del mercato dei futures, perché vi potevano agevolmente acquistare e rivendere (o viceversa) uno o più contratti riscuotendo i profitti al sopraggiungere del termine tutte le volte che le loro previsioni si avveravano. Ad accrescere l’attrattiva dei contratti futures ha 11

Anteprima della Tesi di Michele Di Dio

Anteprima della tesi: Il mercato italiano degli stock futures, Pagina 7

Tesi di Laurea

Facoltà: Economia

Autore: Michele Di Dio Contatta »

Composta da 200 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 2607 click dal 28/10/2004.

 

Consultata integralmente 7 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.