Skip to content

Riprogettazione sostenibile della S.S.96-Barese

Gratis La preview di questa tesi è scaricabile gratuitamente in formato PDF.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline. L'iscrizione non comporta alcun costo: effettua il Login o Registrati.

Mostra/Nascondi contenuto.
territorio completamente calcareo, povero d' acqua e caratterizzato da formazioni carsiche che sono anche elementi attrattivi quali doline, puli, lame, inghiottitoi e grotte. Parallelamente all' aspetto naturalistico - paesaggistico, vi è un' altra realtà più economica e industriale che caratterizza l' ambito di studio. Nell' area infatti sono presenti due macroambiti industriali, uno localizzato nell' area metropolitana di Bari, in particolare nell' area industriale di Modugno e nel Bitontinoe l' altro individuabile nell' area compresa tra i comuni di Altamura, Santeramo e Matera, il così detto distretto del " Triangolo del salotto ". La SS 96 collega questi due ambiti industriali tra loro e immette nell' area del distretto del salotto, realtà economica nata a livello nazionale e internazionale con il gruppo leader Natuzzi ma anche con Colia salotti, Nicoletti salotti, gruppo Flep e altre imprese autonome o relazionate ai primi. Due contesti profondamente diversi caratterizzano quindi quest' area ed in questa si inserisce l' asse viario della statale 96. Oggetto di studio La SS 96 è uno dei pochi assi di penetrazione dalla costa verso l' entroterra ed è di collegamento intercomunale e interregionale con la vicina Basilicata. Essa rientra nell' elenco delle situazioni di criticità evidenziate nel PRT ( Piano Regionale dei Trasporti della Regione Puglia ) del 1992 che prevedeva l' ampliamento dell' intero asse adeguandolo agli standards CNR e a quelli richiesti rispetto al traffico. Il piano decennale ANAS 1987 - 96 programma l' ammodernamento dell’intera statale adeguandola al tipo III delle norme CNR, inserendola negli interventi di 1° fascia ( prioritari ) e stanziando una somma di 145mld di lire ( 1986 ). Nell' esecuzione dei lavori, finanziata coi piani di stralcio attuativi, l' asse viene suddiviso in tronchi a causa dell' ingente investimento. Attualmente esso presenta una sezione disomogenea essendo stati potenziati 2 dei 4 tronchi in cui la strada statale è stata suddivisa. La necessità del potenziamento complessivo deriva sia dalle funzioni suddette che essa svolge sia dall' elevato tasso di incidentalità che caratterizza i tronchi non potenziati ( L' indice di gravità della strada IG = 48.8 e il rischio di incidentalità RI = 2.58 ), inoltre la presenza di piccole aziende lungo l' asse e le zone industriali ai suoi estremi determinano un volume di traffico per trasporto merci abbastanza elevato. Nonostante la capacità di traffico sia ampiamente supportata, la pericolosità determinata dal tipo di traffico dai numerosi incroci a raso e la necessità di dare omogeneità alla sezione impongono un adeguamento. A tale proposito l' ente ANAS ha proposto due progetti, uno relativo al tronco 2 ( Modugno - Toritto ) e l' altro relativo al tronco 4 ( Toritto - Altamura ). Nel primo caso si propone un tracciato alternativo e in questo caso il progetto pur avendo i finanziamenti ed essendo stato inserito nel bilancio del piano triennale 2002/04 non ha superato la VIA ( Valutazione Impatto Ambientale ) poiché il nuovo tracciato taglia la lama Belvedere. Nel secondo caso il progetto prevede un ampliamento del tracciato esistente con un passaggio della sezione da 10.50 m circa a 18.50 m. Il progetto ha superato la VIA ma non è stato realizzato poiché non rientra nel bilancio del piano triennale 2002/04.
Anteprima della tesi: Riprogettazione sostenibile della S.S.96-Barese, Pagina 2

Preview dalla tesi:

Riprogettazione sostenibile della S.S.96-Barese

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

Informazioni tesi

  Autore: Adele Marcello
  Tipo: Tesi di Laurea
  Anno: 2003-04
  Università: università degli studi di Pescara
  Facoltà: Architettura
  Corso: Architettura
  Relatore: Alberto Clementi
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 29

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.

Scopri come funziona »

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

alta murgia
contesti paesaggistici
distretto
infrastruttura
paesaggio
parco
risorse paesaggistiche
sostenibilità
tratturi
valori paesaggistici

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi