Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

La tutela penale della privacy

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

inviolabile dell’individuo, da tutelare anche in vista di un migliore inserimento sociale del singolo. 26 Infine, è esclusa la rilevanza costituzionale della Convenzione europea e della Dichiarazione universale (in caso contrario bisognerebbe dichiarare incostituzionali le norme in contrasto con i diritti che danno corpo alla convenzione ed alla dichiarazione, e poi bisognerebbe apportare alcune modifiche a tali diritti); anche a voler riconoscerne la natura costituzionale, la riservatezza non sarebbe prevista nell’alveo della tutela internazionalistica. Nell’art. 8 della Convenzione e nell’art. 12 della Dichiarazione si parla di “ingerenze”, di “interferenze arbitrarie” che nulla hanno a che vedere con la riservatezza, la quale prescinde da qualsiasi ingerenza e presuppone l’acquisizione legittima di notizie relative alla vita privata. 27 26 BRICOLA, op cit., pag. 85: «non è provata la correlazione tra violazione della sfera privata e impedimento al pieno sviluppo della persona umana soprattutto se si assume quest’ultimo concetto nella proiezione sociale che connota l’art. 3 comma 2 Cost. Si potrebbe, al limite, anzi rivelare che una migliore conoscenza della vita privata può giovare ad un migliore inserimento sociale dell’individuo». 27 BRICOLA, op. cit,,pag. 90, ritiene che i termini “ingerenze” ed “interferenze arbitrarie” si riferiscono solo alle intromissioni esterne nella vita privata, per indagare in essa; il diritto comunitario, dunque, richiede un’attività d’indagine, da parte di terzi, nell’altrui vita privata. Tale presupposto esclude ogni riferimento al diritto alla riservatezza la cui lesione consiste nella divulgazione di notizie legittimamente acquisite, con o senza attività d’ indagine.

Anteprima della Tesi di Domenico Ferraro

Anteprima della tesi: La tutela penale della privacy, Pagina 14

Tesi di Laurea

Facoltà: Giurisprudenza

Autore: Domenico Ferraro Contatta »

Composta da 162 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 6085 click dal 19/10/2004.

 

Consultata integralmente 16 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.